Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Emergenza Coronavirus, occhio ai truffatori: i consigli dei Carabinieri

Segnalazioni di tentativi di truffa ai danni di anziani da parte di persone che cercano di accedere alle abitazioni private millantando falsi controlli sanitari. Ecco come difendersi

(Foto di repertorio)

L'allarme Coronavirus tenta i malintenzionati e di conseguenza suscita l'attenzione delle forze dell'ordine. Sono numerose, nei giorni scorsi, le segnalazioni di tentativi di truffa ai danni di anziani da parte di persone che, approfittando dell'attuale emergenza, hanno cercato di accedere alle abitazioni private millantando falsi controlli sanitari.

Truffa da Coronavirus: finti operatori sanitari millantano di eseguire tampone

In particolare, denunciano i Carabinieri del Comando provinciale di Lecco, alcuni individui si sono finti impiegati dell'Azienda Territoriale Sanitaria (Ats) che, con la scusa di eseguire verifiche all'acqua potabile, verosimilmente contaminata, e di conseguenza effettuare test con tamponi, hanno guadagnato l'accesso nelle abitazioni degli ignari anziani tentando di asportare o farsi consegnare valori in contanti.

Il decalogo dell'Arma

Per questo, i militari dell'Arma forniscono alla popolazione alcune indicazioni precise per mettere in guardia riguardo questi tentativi criminosi.

  • diffidare da chi voglia entrare in casa qualificandosi come sanitari, dipendenti di enti pubblici che forniscono servizi di pubblica utilità, carabinieri / avvocati;
  • ricordare che la prassi non prevede verifiche sanitarie presso le abitazioni private da parte delle Forze di Polizia;
  • impedire, nei casi sospetti, l'accesso alle persone di cui non è nota l'identità, chiamando il 112 o la Stazione dei Carabinieri, oppure richiedendo la presenza di vicini o familiari.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza Coronavirus, occhio ai truffatori: i consigli dei Carabinieri

LeccoToday è in caricamento