Importavano ketamina in flaconi di shampoo: arrestati corrieri della droga

Operazione della Finanza di Orio al Serio: in manette cinque persone che fornivano il potente stupefacente dall'Olanda ai locali della movida in Lombardia e Piemonte

Trasportava decine di confezioni di shampoo da Eindhoven. Un po' troppe per non destare sospetti negli uomini delle Fiamme gialle in servizio allo scalo aeroportuale di Orio al Serio. Ai controlli dei militari, lo shampoo si è rivelato in realtà ketamina allo stato liquido, potente e pericolosa droga sempre più in voga tra i giovani. Così è finita nei guai una ventenne italiana ed è scattata l'operazione "Bon Voyage" della Compagnia della Guardia di finanza di Orio, coordinata dalla Procura della Repubblica di Bergamo.

Sequestrati sette chili di stupefacente

Le indagini si sono concentrate sui movimenti della ragazza e sui collegamenti con altre persone coinvolte nell'illecito traffico di droga. I militari hanno utilizzato intercettazioni telefoniche e ambientali per individuare un gruppo di giovani tra i venti e i trent'anni dediti a rifornire le piazze dello spaccio di ketamina della Lombardia - compreso il Lecchese - e del Piemonte. Sono stati così arrestati cinque soggetti, fermati in diverse occasioni negli aeroporti di Orio al Serio, Malpensa e Treviso. Le modalità erano le stesse: la droga veniva acquistata in Olanda per essere introdotta in Italia e poi rivenduta nei locali della "movida".

La Guardia di finanza ha sequestrato sette chili di ketamina, una quantità molto consistente di una sostanza stupefacente pericolosa per i devastanti effetti su mente e fisico. Confermando come gli aeroporti, in questo caso l'affollato scalo di Orio al Serio, siano utilizzati dai malintenzionati per cercare di eludere i controlli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico investimento sulla direttrice Milano-Lecco: la vittima era scomparsa nella mattinata

  • La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

  • Doppia tragedia sui monti che circondano il Lecchese: morti due uomini a Brumano e sul San Primo

  • Lecco, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio. Ecco le regole

  • Stroncato da un malore in montagna: Mandello piange Carlo Gilardi

  • Calolzio: scoperta società legata alla malavita, il Prefetto De Rosa la chiude

Torna su
LeccoToday è in caricamento