menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Criminalità: prosegue la contrazione dei crimini, ma aumentano estorsioni e frodi

Secondo "Il Sole 24 Ore", sono in crescita le rapine, le estorsioni e le frodi informatiche. Calano complessivamente i furti, ma non quelli con destrezza: tutti i dati

Anche nel 2018, si mantiene in linea con quello dell'anno precedente il trend relativo alla criminalità operante sul territorio di Lecco. Nella nostra provincia, come nel resto dell'Italia, si conferma il calo rispetto al 2017 (-2,4% su scala nazionale), in linea con la flessione che prosegue dal 2013, quindi cinque anni fa. Continua, invece, da ormai dieci anni l’esplosione delle truffe e frodi informatiche: nel Balpaese ne vengono rilevate, in media, 518 al giorno.

La provincia di Lecco "eccelle" per l'alto tasso di furti in abitazione in tutta Italia (12esima posizione), ma diminuisce la quantità di denunce ogni 100mila abitanti, che risultano essere 3.239,1 (10.928 totali, -1,13% rispetto al 2017 con 11.053 e -15,76% dal 2014). E' quanto emerge dai dati elaborati dal Sole 24 Ore e forniti dal dipartimento di Pubblica Sicurezza del ministero dell’Interno, che mette in luce un Lecchese in cui aumentano le violenze sessuali, le truffe, gli incendi e alcuni tipi di furti.

Lecchese a metà classifica per criminalità

Nel complesso, la Provincia di Lecco s'inserisce al 51esimo posto nella classifica stilata dal prestigioso quotidiano, confermandosi come un luogo in cui la criminalità è certamente presente e operativa (10.928 denunce presentate, 11.053 nel 2017), ma certamente non ai livelli della confermata capolista Milano (228.084 denunce).

In aumento truffe e violenze sessuali

La nostra Provincia si conferma patria di criminali "minori": gli scippi sono stati venticinque (-2 denunce), i furti con destrezza 275 (-18), le effrazioni 1.975 (+1.618), i furti di autovetture 173 (-18); il "grosso" deriva dall'alto numero dei furti in abitazione, che si fermano alla considerevole quota di 1.625. Lecco rimane, come detto, la dodicesima provincia in Italia per furti commessi in abitazione (1.620), almeno stando alle denunce presentate dai cittadini, la seconda quota maggiore in tutta la Lombardia dopo quella fatta registrare nel territorio di Monza e Brianza.

In crescita il dato relativo alle rapine (da 64 a 73), crescono considerevolmente le estorsioni (da 41 a 62), nulli i casi di usura, due i casi di associazioni per delinquere, sette quelli di denunce per riciclaggio, nessuna associazione di tipo mafioso è stata, invece, segnatala dalle forze dell'ordine. Aumenta ancora il numero di truffe e frodi informatiche (da 877 a 915), mentre sono stati trenta gli incendi, 84 le denunce per traffico di stupefacenti (quarto miglior dato nazionale) e ventuno quelle per violenza sessuale. Un omicidio volontario commesso nel giorno di Natale a Robbiate.

La classifica de "Il Sole 24 Ore"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento