Decisive le immagini della videosorveglianza: preso l'aggressore della stazione

Domenica aveva colpito capotreno e guardia giurata ed era fuggito. Questa mattina agenti della Polfer lo hanno individuato, sempre nel piazzale della stazione, e denunciato

È stato identificato il responsabile dell'aggressione al capoteno e alla guardia giuarata verificatasi domenica sera.

L'indagine degli uomini della Questura di Lecco è andata a buon fine: si tratta di un cittadino senegalese di 25 anni che durante un controllo del titolo di viaggio, visibilmente in stato di ebbrezza, aveva sferrato un violento pugno allo stomaco del capotreno e uno al volto di una guardia giurata, dandosi poi alla fuga.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Violenza in stazione: vittime capotreno e guardia giurata

Il personale della Polizia Ferroviaria ha utilizzato le immagini del sistema di videosorveglianza ai fini dell'indagine, riuscendo così a riconoscere l'aggressore. Il giovane è stato individuato proprio in stazione nella mattinata di oggi, venerdì, da una pattuglia in servizio, ed è stato denunciato all'autorità giudiziaria per i reati di violenza e resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e interruzione di pubblico servizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Oggiono: incidente in via per Molteno, giovane finisce in ospedale in gravi condizioni

  • Nuovo Dpcm: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, il punto: oltre cento tamponi positivi, nel Lecchese superata quota quattromila. "Manzoni": tre posti liberi nei reparti

  • Ordinanza regionale sotto accusa, Gattinoni: «Ci era stata consegnata una bozza diversa per la Dad»

  • Coronavirus, il punto: oggi 96 nuovi casi nel Lecchese, oltre 35.000 tamponi in Lombardia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento