Denunciato il vandalo della ciclopedonale. Valsecchi: «Le istituzioni si costituiscano parte civile»

Si tratterebbe di un diciannovenne lecchese. L'assessore: «Ho informato Provincia di Lecco, Comune, Anas e Impresa Livio per consentire eventualmente a tutti gli attori coinvolti di chiedere i danni»

L'illuminazione colpita dai vandali sulla ciclopedonale

Identificato e denunciato a piede libero il responsabile del vandalismo che due giorni fa ha colpito la nuova illuminazione posta sulla ciclopedonale nel tratto Caviate-Pradello. Ad annunciarlo, informato dalla Questura di Lecco, è l'assessore comunale a Opere pubbliche, Patrimonio e Viabilità Corrado Valsecchi.

Vandali sulla ciclopedonale: danneggiatori individuati grazie alle telecamere dell'Orsa Maggiore

Si tratterebbe di un diciannovenne lecchese. «Ho pertanto informato a mia volta la Provincia di Lecco, il Comune, Anas e Impresa Livio per consentire eventualmente a tutti gli attori coinvolti di costituirsi parte civile - spiega Valsecchi - Ringraziamo ancora la Questura e i cittadini che attraverso la loro collaborazione hanno reso possibile ricostruire i fatti e portare all'identificazione dei responsabili. Ci auguriamo che in ogni circostanza nella quale avviene un vandalismo ci sia sempre da parte dei cittadini attivi la sensibilità di collaborare con le Istituzioni al fine di preservare il bene pubblico».

Ciclopedonale, Valsecchi ringrazia Sormani: «Importante punire i responsabili dei vandalismi»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esselunga fa felici due lecchesi: due Mini in regalo, i numeri vincenti

  • La terra trema: in serata terremoto rilevato nel territorio di Ello

  • Individuato l'uomo che punta i pedoni con l'auto come in un "folle gioco"

  • Offerte di lavoro, Sport Specialist assume personale nel Lecchese: come candidarsi

  • Tragedia a Osnago: attraversa i binari e muore sotto il treno

  • Barzio: tragedia sullo Zucco Angelone, arrampicatore cade durante la scalata e perde la vita

Torna su
LeccoToday è in caricamento