rotate-mobile
Cronaca Dervio

Spacciatore con 30 dosi di cocaina fugge, sindaco lo insegue e lo fa arrestare

In azione il primo cittadino di Dervio, la polizia locale e un carabiniere di Colico. Dopo una breve colluttazione il militare è rimasto ferito a una mano

Spacciatore inseguito e arrestato da sindaco, carabiniere e polizia locale. I fatti sono avvenuti nel pomeriggio di ieri, venerdì, nel territorio comunale di Dervio, sull'Alto Lago. Dopo un inseguimento a piedi l'uomo, un marocchino classe 1989, clandestino sul territorio italiano, è stato trovato in possesso di una trentina di dosi di cocaina, attrezzi da scasso, coltelli e diverse centinaia di euro presumibilmente proventi dello spaccio.

Il 34enne si era dato alla fuga gettando nel frattempo la droga, e dopo un inseguimento a piedi lungo le vie del paese un carabiniere della stazione di Colico e il sindaco di Dervio Stefano Cassinelli (nella foto sotto) sono riusciti a bloccarlo. Dopo una breve colluttazione, l'uomo è stato ammanettato e il militare è rimasto ferito a una mano.

L'auto sospetta e il pronto intervento di Stefano Cassinelli

L'attività di controllo che ha portato all'arresto di ieri ha preso il via un paio di mesi fa su segnalazione di alcuni cittadini che avevano notato un'auto sospetta, una Peugeot, sostare in una via del centro paese. La polizia locale aveva dato il via agli accertamenti e ieri quando la macchina è stata individuata grazie al sistema di controllo per gli accessi in paese si è provveduto ad attuare l'intervento.

Dervio Stefano Cassinelli ufficio-2

Il malvivente ha cercato di colpire il sindaco con la portiera dell'auto

Il primo a giungere sul posto è stato proprio il sindaco Cassinelli che inizialmente ha atteso le pattuglie di vigili e i carabinieri. Dopo alcuni minuti lo spacciatore stava però per allontanarsi e quindi il sindaco ha fermato l'auto in attesa delle forze dell'ordine. Il marocchino ha quindi cercato di colpire il sindaco con lo sportello del veicolo per poi darsi alla fuga a piedi, ma Cassinelli si è gettato all'inseguimento e in quel momento è arrivato anche il carabiniere.

Dopo alcune centinaia di metri di inseguimento lo spacciatore è fuggito nell'area della stazione scappando dietro un magazzino. A quel punto militare e sindaco si sono divisi tagliando così la strada al fuggiasco. Una volta fermato sono stati avviati i controlli da parte della polizia locale sul veicolo abbandonato dove sono stati recuperati, soldi, attrezzi da scasso e due coltelli.

"Chiederò un encomio per il militare"

Il sindaco Stefano Cassinelli, interpellato in merito a quanto accaduto, ha dichiarato: "Per prima cosa voglio elogiare l'attività di carabinieri e polizia locale per il lavoro di indagine e per l'intervento di ieri. In particolare il carabiniere che ha eseguito l'inseguimento con me credo sia meritevole di un encomio e sarà mia cura, come sindaco, scrivere una richiesta formale all'Arma. Per quanto riguarda lo spacciatore, se ce ne fosse ancora bisogno, ribadisco che a Dervio non tolleriamo queste attività. Così come li abbiamo eliminati dai boschi ridando dignità e tranquillità a un'intera zona del paese non permetteremo che si spacci in paese".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spacciatore con 30 dosi di cocaina fugge, sindaco lo insegue e lo fa arrestare

LeccoToday è in caricamento