Cronaca Via Provinciale

Dolzago, è un trentenne di Calolziocorte l'uomo folgorato da una scossa alla ex Passerini

Fabio Mannarino è stato trovato senza vita dai soccorritori

Il capannone della ex trafileria Passerini di Dolzago, dove Fabio Mannarino è stato trovato senza vita

È di Calolziocorte il 30enne deceduto nella ex trafileria Passerini di Dolzago, la sera di domenica 26 aprile. Il giovane, Fabio Mannarino, è morto folgorato da una scossa elettrica mentre di trovava all'interno del capannone.

Stando a quanto ricostruito finora dalle forze dell'ordine, intervenute sul posto in soccorso del 30enne assieme agli operatori sanitari, Mannarino si trovava al piano superiore  dello stabile di via Provinciale, dopo essere entrato nella ex azienda tramite la cabina elettrica situata oltre il cancello. 

Non è ancora chiara la ragione per cui il 30enne, già noto alle forze dell'ordine, si trovasse nel capannone, anche se l'ipotesi più accreditata sembra essere il furto di rame. Con lui si trovava anche una seconda persona, che ha chiamato i soccorsi la sera di domenica: sarebbe già stata identificata, e la sua posizione sarebbe al vaglio delle autorità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dolzago, è un trentenne di Calolziocorte l'uomo folgorato da una scossa alla ex Passerini

LeccoToday è in caricamento