rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Cronaca

Il reporter lecchese Vittorio Rangeloni a Bergamo per parlare del Donbass

Di rientro dopo 7 mesi passati al fronte, il giovane di Barzio ha intrapreso un "tour" che lo porterà in giro per l'Italia a raccontare la "guerra dimenticata"

E' tornato in Italia il reporter lecchese Vittorio Nicola Rangeloni, impegnato negli ultimi sette mesi sul fronte di guerra del Donbass a raccontare la "guerra dimenticata" per LNR Today: l'ha fatto raccontando la sua esperienza professionale e, soprattutto, di vita alla cinquantina di persone accorse al Midori Cafè di Bergamo per ascoltare la sua testimonianza.
Non una conferenza, ma un aperitivo informale per alzare il velo su una situazione scabrosa.

Insieme a lui c'era Sergej, giornalista di Odessa anch'esso impegnato in quelle zone, martoriate dai bombardamenti operati con costanza dall'aviazione ucraina nonostante la Tregua di Minsk.

Toccante, come già lo era stata nella serata "virtuale" di Lecco, l'esperienza dei due reporter, che hanno parlato di quanto succese nell'Ucraina sudorientale: "Gli abitanti conoscono tutto dell'Europa e dell'Italia, studiano i nostri poeti, ascoltano le nostre canzoni, ma si chiedono come sia possibile che nessuno in Occidente abbia mai voluto alzare gli occhi su di noi, incentrando l'attenzione sulla sola situazione mediorientale."

La serata, organizzata dal Coordiamento Solidale per il Donbass, si è conclusa con un lungo e giustificato applauso, mentre da martedì i reporter inizieranno un tour che li porterà in giro per l'Italia: Como, Roma e Messina saranno le città sicuramente toccate, ma il calendario è in continua evoluzione.

Vittorio Rangeloni a Bergamo ©Bonacina/LeccoToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il reporter lecchese Vittorio Rangeloni a Bergamo per parlare del Donbass

LeccoToday è in caricamento