rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Al lavoro / Valsassina

Troppo stanco per scendere dal Due Mani: squadre del Soccorso alpino al lavoro

Un giovane di 23 anni è stato raggiunto e scortato a valle da vari tecnici

Tecnici del Soccorso alpino al lavoro nel tardo pomeriggio di giovedì 28 luglio. Verso sera, nella zona del monte Due Mani, i tecnici della Stazione di Valsassina - Valvarrone della XIX Delegazione Lariana, sono stati attivati dalla centrale per un ragazzo di 23 anni, residente nella Brianza Monzese. Era arrivato alla cima della montagna valsassinese, ma in fase di discesa si è trovato in difficoltà, a causa della stanchezza, e non era più in grado di raggiungere l’abitato di Cremeno. Un tecnico della Stazione si trovava già nei paraggi: lo ha individuato e raggiunto in poco tempo.

Il ragazzo si trovava a duecento metri dalla cima del Due Mani, verso Desio. Ha ricevuto l’assistenza necessaria, ha cominciato a stare meglio e allora sono ripartiti per scendere. Intanto, lungo la mulattiera stava salendo un’altra squadra della Valsassina, con tre tecnici su un mezzo fuoristrada; il ragazzo è stato accompagnato a valle. L’intervento si è concluso verso le 20:00.

“Quando si va in montagna è sempre opportuno programmare con attenzione il percorso e tutto il necessario per compierlo al meglio. Si parte dalla conoscenza dell’itinerario, delle proprie capacità e competenze, poi si considera il tipo di terreno e le previsioni meteo; importante anche quello che si indossa, dalle scarpe a tutto quello che serve per coprirsi, anche in estate, o per cambiarsi se necessario. Controllate anche di avere acqua a sufficienza e cibo per sostenere le energie. Sul sito sicurinmontagna.it, campagna permanente del Cnsas .- Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico sulla sicurezza in montagna, ci sono tante informazioni utili, consigli di esperti e anche degli opuscoli gratuiti da scaricare”, ricorda il Corpo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppo stanco per scendere dal Due Mani: squadre del Soccorso alpino al lavoro

LeccoToday è in caricamento