menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I vigili del fuoco sono stati chiamati immediatamente (foto archivio)

I vigili del fuoco sono stati chiamati immediatamente (foto archivio)

Boato improvviso fra Lecco e Valmadrera, tanta paura ma era un'esplosione controllata

Subito la preoccupazione per una frana, ma l'allarme è rientrato: era tutto programmato

Ha preoccupato molte persone il boato che si è sentito su entrambe le sponde del lago intorno alle 18.40 di ieri 6 marzo, fra Lecco e Valmadrera.

Quello che in un primo momento è stato scambiato per il rombo provocato da una frana, però, fortunatamente non era altro che un’esplosione controllata, proveniente dalla cava Pensa in zona Moregallo. Esplosione per la quale gli operatori del cantiere alle spalle dell’hotel Bellavista avevano tutte le autorizzazioni, ma per la quale non erano state date comunicazioni, in particolare riguardo al fatto che la detonazione, prevista inizialmente per le 16, è stata ritardata di oltre due ore.

Sul posto sono accorsi subito i vigili del fuoco, allertati per l’ipotesi di uno smottamento nell’area, e il Sindaco di Valmadrera, Donatella Crippa. Una volta confermata l’origine del “botto”, l’allarme è rientrato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento