Estorse soldi a un ferramenta di Dolzago: milanese condannato in Tribunale

Condannato a quattro anni di reclusione e al pagamento di una salata multa il milanese accusato di estorsione

repertorio

G.P., 53anni, autotrasportatore residente a Milano, avrebbe minacciato ed estorto soldi per anni a un commerciante di Dolzago. Il giudice Salvatore Catalano del Tribunale di Lecco ha sentenziato la condanna nei confronti dell'uomo, chiudendo così un processo iniziato nel mese di luglio 2017. L'uomo è stato condannato a quattro anni di carcere e al pagamento di una multa di 1.300 euro.

Nel 2013, il titolare di un negozio di ferramenta a Dolzago si è armato di coraggio e ha denunciato alla locale stazione dei Carabinieri l’incubo che da mesi soffriva a causa delle continue minacce e delle pressanti richieste di denaro di un autotrasportatore milanese, a cui tempo fa aveva comprato della merce in “nero” per l'ammontare di circa diecimila euro.

L’autotrasportatore avrebbe contattato il commerciante dolzaghese, dicendogli di essere stato scoperto e denunciato da una delle aziende derubate e di avere bisogno di soldi per pagare l’azienda e chiudere anzitempo il processo a suo carico per furto. Il fornitore, vistosi scoperto, ha deciso di coinvolgere chi, ai tempi, aveva acquistato la merce in nero e fargli così pagare l’errore. Il tutto condito da minacce («faccio intervenire una banda di calabresi») nemmeno troppo velate. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il negoziante avrebbe consegnato all'ex autotrasportatore circa ventimila euro, divisi tra denaro contante e prodotti prelevati dal suo negozio. Una versione opposta rispetto a quella fornita da G.P., che, secondo quanto riferito al giudice e pubblicato da “MerateOnline”, non avrebbe mai minacciato il dolzaghese e che questi, semmai, gli era debitore di altri 2.500 euro per alcuni trasporti non saldati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba ha fretta di nascere, donna partorisce nel tunnel del Monte Barro

  • Olginate: trovato in fin di vita, ciclista muore lungo l'alzaia

  • Giornata flagellata dal maltempo: una quarantina di interventi nel territorio

  • «La vostra sanità funziona e ci ha aiutati», ristoratori egiziani devolvono nuovamente il loro incasso all'ospedale

  • Coronavirus, il punto: nessun caso di positività nel Lecchese, boom di guarigioni

  • Un panino di due metri e un "bollicine" di 9 litri, festa a San Giovanni per il barista Willy

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento