menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo le nutrie sul lago, i cinghiali a Falghera

La foto, che ritrae l'animale con i suoi cuccioli, ha fatto il giro del web. La presenza dei cinghiali ormai è ben nota e costituisce un problema per l'agricoltura

La "denuncia" è arrivata qualche giorno fa da un cittadino lecchese, attraverso un gruppo su Facebook. Una foto che ritrae una famiglia di cinghiali, probabilmente una mamma con i suoi cuccioli, scattata in località Falghera, non troppo distante dal centro abitato.

La foto ha fatto in poco tempo il giro del web, scatenando i commenti degli utenti come avvenuto qualche giorno prima con le nutrie. Le due "emergenze", però, sono abbastanza diverse, pur presentando parecchie analogie. Entrambe le specie non sono autoctone ma importate, ed entrambe hanno proliferato in questo habitat, finendo per influenzarlo. 

Il biologo: «Nutrie, si provveda al censimento»

La popolazione di cinghiali nei nostri boschi è, con ogni probabilità, inferiore a quella delle nutrie sul lago, ma i suoi effetti sono ben peggiori. Questo animale infatti attacca e devasta le colture e i campi, ed è notoriamente molto aggressivo se minacciato. Discorso diverso per le nutrie, che nella classifica tra le specie animali con il maggiore impatto sull'agricoltura, è solo terza, dietro al cinghiale e a lepridi e corvidi. 

Quella foto è dunque simbolica: testimonia il cambiamento avvenuto anche nel nostro ecosistema: i cinghiali ormai ne fanno parte e costituiscono un problema serio, più volte denunciato dagli agricoltori e da Coldiretti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento