Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Tanti auguri a Monsignor Franco Cecchin: il prevosto compie 75 anni

Il sindaco Brivio porge le sue felicitazioni: "Sempre attento alla collaborazione con il Comune di Lecco"

Monsignor Franco Cecchin, storico prevosto di Lecco

Compie 75 anni monsignor Franco Cecchin, prevosto e riferimento per tutta la comunità ecclesiastica di Lecco, parroco attivo in città a partire dal 7 ottobre 2007. Quella raggiunto è un traguardo doppiamente importante: il monsignore sarà chiamato a rimettere nelle mani del vescovo il proprio “mandato”. La decisone tra “accordare” la pensione o far proseguire il percorso ecclesiastico a monsignor Cecchin spetta all’arcivescovo di Milano Mario Delpini.

Il sindaco di Lecco, Virginio Brivio, ha voluto porre i suoi auguri a Cecchin, cui il primo cittadino lecchese ha voluto «augurare il meglio; lo ringrazio per la collaborazione sempre attenta e presente nei confronti dell’Amministrazione e per il supporto e i consigli che non ha mai fatto mancare a me e ai miei collaboratori. Come ci ha insegnato in questi anni, lo saluto con il suo “Viva Lecco!” sapendo che ci porta sempre nel suo cuore.»

La storia di monsignor Franco Cecchin

Monsignor Franco Cecchin, veneto d'origine e milanese di adozione, è nato il 2 Febbraio del 1943 a Castellucchio Mantovano e ha trascorso la fanciullezza a Bozzolo, alla scuola di don Primo Mazzolari.

Ordinato prete nel Duomo di Milano nel 1969, ha conseguito la Laurea in Teologia nel 1972. In un primo momento si è interessato dei ragazzi e dei giovani, elaborando per la città di Milano una pastorale organica per i preadolescenti. Nel 1979 ha costituito nella città di Milano il primo centro di formazione catechistica degli adulti per gli adulti. Dal 1981 è giornalista-pubblicista, avendo collaborato con articoli, inchieste e servizi su Avvenire, Famiglia cristiana e Jesus. Dal 1984 al 1992 è stato direttore responsabile di Radio A, emittente della diocesi di Milano, e responsabile delle radio cattoliche lombarde. Ha fatto parte del consiglio direttivo del CO RAL LO, rivestendone la carica di vicepresidente. È stato socio fondatore e membro del consiglio di amministrazione della "New Press", agenzia radiofonica e televisiva cattolica italiana. Per sette anni è stato corrispondente da Milano dell'Osservatore Romano. Ha partecipato, con coraggio e competenza, a numerose trasmissioni televisive su Rai 2, Canale 5, Italia 1 e Rete 4. Ha scritto tre trilogie: nella prima (Alla ricerca dello Spirito, Alla ricerca di Maria e Alla ricerca della verità) ha commentato documenti pontifici; nella seconda (Sii te stesso, Incontrare Cristo oggi, e Vivere nella pienezza) ha commentato alcune lettere paoline; nella terza (La Parola Quotidiana, Anno A, B e C) ha sviluppato un commento al lezionario festivo e feriale di rito ambrosiano.

Dal 1992 al 2007 è stato parroco di Milano 3-Basiglio, piccolo laboratorio della città del domani, avendo una popolazione multietnica, multireligiosa e multiculturale. Puntando sulla Nuova Evangelizzazione ha privilegiato alcuni ambiti: ha costituito e sostenuto i gruppi di evangelizzazione nelle case con la valorizzazione dei laici; ha animato gli incontri ecumenici e interreligiosi; ha sostenuto sul territorio di Milano Sud il Centro Culturale Tommaso Moro, come ambito significativo di incontro e confronto per una elaborazione di una cultura cristianamente ispirata; ha collaborato con l'Unitre (università delle tre età) locale, tenendo corsi di psicologia, storia delle religioni, spiritualità, giornalismo e conoscenza dei testi biblici; ha fondato e coordinato il Centro interreligioso di spiritualità come scuola di interiorità per l'armonia tra corpo e anima e come oasi di pace e di silenzio nella città post-moderna.

Dal 2004 al 2007 è stato segretario della Commissione Presbiterale Lombarda. Dal 2005 al 2007 è stato decano della zona di Rozzano comprendente i comuni di Basiglio, Opera, Pieve Emanuele, Rozzano e Zibido San Giacomo; segretario della Zona Pastorale VI della diocesi di Milano. Dal 7 ottobre 2007 è Parroco della Parrocchia di S. Nicolò, Prevosto e Monsignore di Lecco. Dal 1° Marzo 2008 è Parroco della Parrocchia di S. Carlo al Porto in Malgrate, con incarico di costituire l'Unità Pastorale delle Parrocchie di S. Nicolò e S. Carlo al Porto. Dal 2008 al 2010 è stato Decano del Decanato di Lecco, con il coordinamento di 27 parrocchie, avente una popolazione di 84.800 persone. Dal 4 ottobre 2010 è uscito il primo di sette volumi "A ciascun giorno la sua preghiara" a commento del nuovo Lezionario ambrosiano feriale e festivo, editi da Ancora.

Dal 1° settembre 2011 è responsabile della Comunita Pastorale "Madonna del Rosario", composta dalle parrocchie S. Nicolò, S. Materno in Pescarenico e S. Carlo al porto in Malgrate. Nel 2014 è uscito il suo diciottesimo libro "Fioretti a Lecco" e nel 2015 è stato pubblicato il suo diciannovesimo libro "Lecco... mi stupisci!", ambedue editi da TEKA Edizioni. Dal 2 luglio 2015 è decano del Decanato di Lecco, con il coordinamento di 27 parrocchie, avente una popolazione di 87.800 abitanti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tanti auguri a Monsignor Franco Cecchin: il prevosto compie 75 anni

LeccoToday è in caricamento