Ennesimo intervento per un fungiatt, il Soccorso alpino: «Attenzione alla sicurezza»

Dopo il recupero con l'elicottero di un 73enne a Camaggiore, arrivano i consigli per evitare problemi: «Calzature adatte, abbigliamento a strati, conoscenza del percorso e valutazione delle proprie condizioni di salute»

L'intervento di venerdì a Camaggiore col verricello

Lo spiacevole episodio accaduto venerdì pomeriggio a Camaggiore, nei boschi tra Dervio e Vendrogno, fa scattare il tradizionale appello degli uomini del Soccorso alpino rivolto ai "fungiatt": prestate grande attenzione durante le vostre escursioni a caccia di funghi.

L'ennesimo fatto di cronaca si è registrato ieri intorno ai 1.300 metri di quota: un uomo di 73 anni, originario della Brianza milanese, è caduto mentre era in cerca di funghi, riportando un trauma facciale. Per soccorrerlo è intervenuto l'elisoccorso di Como, che ha imbarcato una squadra del Centro Operativo del Bione, XIX Delegazione Lariana: in totale due tecnici, supportati da altri tre soccorritori della stazione Valsassina e Valvarrone. L'operazione, con il verricello, è stata particolarmente complicata a causa della fitta vegetazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'episodio di venerdì: fungiatt cade e picchia la testa

Le indicazioni utili del Cnsas

Il Soccorso alpino e speleologico della Lombardia, dopo questo episodio, ha voluto lanciare un appello pubblico agli appassionati di micologia. «La stagione dei funghi è cominciata e negli ultimi giorni in tutta la Lombardia si sono già registrati numerosi interventi per cercatori di funghi che si sono fatti male - si legge - La prudenza e l'attenzione agli aspetti più importanti, come calzature adatte, abbigliamento a strati, la programmazione del percorso e la conoscenza del posto, la valutazione delle proprie condizioni di salute, il tempo fanno la differenza tra il coltivare la propria passione in sicurezza e un esito spiacevole».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Allo stadio "Rigamonti-Ceppi" l'ultimo saluto alla giovane Chiara Papini. Ai domiciliari l'investitore

  • Transumanza a Lecco: il maxi gregge ha completato il suo viaggio verso la Valsassina

  • Scontro fra moto a Mandello, conseguenze gravi per tre persone

  • Settecento persone per l'ultimo saluto a Chiara al "Rigamonti-Ceppi": «Siete ragazzi speciali, ricordatelo»

  • Aria di lago e montagna: Stefan De Vrij e la compagna Doina a spasso sul Monte Barro

  • Coronavirus, il punto: dieci nuovi tamponi positivi nel Lecchese, lieve rialzo nel rapporto tra analisi e contagi

Torna su
LeccoToday è in caricamento