menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I ladri hanno razziato pure la fede nuziale di Marina Vaccaro

I ladri hanno razziato pure la fede nuziale di Marina Vaccaro

Ladri in casa mentre è fuori a festeggiare il compleanno: «Mi hanno rubato pure la fede»

La rabbia e lo sconforto di una famiglia di Calolziocorte. I malviventi hanno messo sottosopra l'abitazione all'ora di cena razziando oggetti di valore e beni personali

Esce a festeggiare il compleanno insieme ai famigliari e quando rientra trova la casa messa sottosopra dai ladri. Momenti di paura e sentimenti di comprensibile rabbia per una donna residente a Calolziocorte, che si è vista rubare perfino la fede e alcuni dei suoi beni più cari. I fatti si sono verificati ieri sera. Marina Orlando, questo il suo nome, era andata a cena  in una pizzeria di Brivio insieme al marito Loris Vaccaro, alla figlia e al genero, per brindare ai suoi 64 anni. Erano da poco passate le 19 e fino a quel momento la giornata era stata di gioia e di festa. Un paio d’ore dopo, quando è rincasata nell’abitazione di via Cavour nella frazione del Pascolo, la brutta sorpresa.

«Abbiamo provato ad aprire la porta della nostra abitazione, ma non riuscivamo a entrare perché c’era un blocco dall’interno - racconta la calolziese - Ci siamo insospettiti e abbiamo chiamato un vicino che ci ha raggiunti per aiutarci e per capire cosa fosse successo. Spingendo la porta siamo poi riusciti a entrare e abbiamo visto che il divano era stato spostato per bloccare l’ingresso». I coniugi Vaccaro hanno  quindi trovato una scena davvero sconfortante.

«Cassetti e mobili delle camere erano stati ribaltati, con oggetti dappertutto e vestiti a terra - continua la donna - Abbiamo subito capito che alcuni malviventi avevano  fatto razzia in casa nostra rubando alcuni dei miei beni più cari. Oltre a orecchini, braccialetti e altri oggetti di valore, hanno portato via pure la fede. Eravamo senza parole. I ladri, fuggiti da poco, erano entrati dalla finestra del balcone, salendo probabilmente dal lato della palazzina che si affaccia sulla ferrovia. Quell’area è buia e piena di sterpaglie, non si vede nulla. Questa situazione facilita l’operato di questi malviventi. Servono interventi». In passato c’erano stati altri furti nelle abitazioni della zona, e tra i residenti monta la paura. A quel punto alla famiglia calolziese non è rimasto altro da fare che denunciare il fatto ai carabinieri.

«Non solo rabbia e spavento, ma anche lo schifo di sapere che queste persone hanno messo mano ai tuoi vestiti, vestiti che ho subito lavato - conclude Marina Orlando - Quando ti entrano in casa, ciò che lascia maggiormente il segno è proprio sapere che i tuoi affetti più cari sono stati violati. Purtroppo non avrei mai pensato che la mia festa di compleanno si sarebbe chiusa così».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento