Cronaca Via Papa Giovanni XXIII

Oggiono, è allarme furti di biciclette: «Ecco come i ladri forzano le saracinesche»

Nella notte fra sabato e domenica i ladri sono entrati in due garage lungo la Strada Provinciale 51. Claudio Castelli: «Hanno rubato le tre bici dei miei figli»

La saracinesca forzata dai ladri sempre con la stessa tecnica

Allarme furti a Oggiono: nel mirino dei ladri le biciclette. La situazione nell'ultimo periodo è diventata quasi insostenibile. Nel weekend scorso a finire nei piani dei malviventi sono stati alcuni garage lungo la Provinciale 51 in via Papa Giovanni XXIII.

Emblematica la testimonianza dell'oggionese Claudio Castelli, che nella notte fra sabato e domenica si è visto sottrarre dal box di casa ben tre biciclette dei figli. «I ladri ne hanno rubate tre a me e una al mio vicino - racconta - Purtroppo non è la prima volta che mi capita, avevo subito il furto di altre due bici nel recente passato: una all'oratorio un anno fa, e una in una palazzina sempre qui a Oggiono».

Sull'episodio indagano i Carabinieri della locale stazione, ai quali è stata subita sporta denuncia. I sempre più frequenti colpi messi a segno in paese, e l'identico "modus operandi", lasciano pensare all'esistenza di una vera e propria banda specializzata nella compravendita di bici rubate.

Sempre la stessa dinamica

«I ladri agiscono sempre nello stesso modo - spiega Castelli - Entrano con una microcamera nella fessura delle saracinesche, per guardare cosa contiene il garage. Quindi, se interessati, praticano un'incisione e utilizzando un gancio rimuovono la sicura, per aprire indisturbati. Una volta dentro, prelevano le biciclette. Ho scritto un post su Facebook per consigliare a tutti di mettere un rinforzo in acciaio, è quel che ho fatto anch'io. Oltre ai Carabinieri ho avvertito la Polizia locale, sperando che si possano utilizzare le immagini del circuito di videosorveglianza sulla Provinciale. Con tutti quei mezzi da caricare, i malviventi non possono che essere scappati con un furgone».

Ulteriore beffa per Claudio: le biciclette erano nuove di zecca. «Io ho quattro figli, e purtroppo al momento sono rimasti con una sola due ruote: dovranno dividersela». (Nella foto sotto, una delle bici rubate)

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oggiono, è allarme furti di biciclette: «Ecco come i ladri forzano le saracinesche»

LeccoToday è in caricamento