Ruba alcolici mentre fa la spesa al supermercato: arrestato ed espulso dal territorio lecchese

L'uomo, un 39enne rumeno domiciliato a Milano, è stato allontanato da un provvedimento del Questore Alfredo D'Agostino

Nella serata di sabato 22 agosto il personale della Polizia di Stato di Lecco - Squadra Volanti si è receto presso un esercizio commerciale di via Bruno Buozzi, a Lecco, per vagliare una segnalazione di furto. Arrivati sul posto i poliziotti hanno preso contatti con l’addetto alla sicurezza, il quale ha indicato loro l’autore del furto di alcuni articoli, rubati poco prima all'interno dell'esercizio commerciale. Nel frangente, la guardia giurata ha riferito agli agenti che poco prima aveva seguito il soggetto durante la sua permanenza all’interno del supermercato, notando che lo stesso, poco prima di dirigersi verso le casse, ha occultato all’interno dello zaino in suo possesso alcune bottiglie di liquore.

Giunto alle casse, il reo si è limitato a pagare solo una confezione di pancarrè e due lattine di bibite. Pertanto, dopo aver notato che la merce non era stata pagata integralmente, dopo aver oltrepassato le casse l'uomo è stato invitato a seguire l'addetto per un controllo sulla spesa effettuata e, contestualmente, ha chiamato il numero di emergenza (Nue, 112), con il successivo pronto arrivo dei poliziotti della Volante. A quel punto il soggetto, vistosi scoperto, ha aperto davanti agli agenti lo zaino: i poliziotti hanno rinvenuto sei bottiglie di whisky e un telo, privato del dispositivo anti-taccheggio, per un valore complessivo della refurtiva di oltre centocinquanta euro.

Emesso il Foglio di Via

Alla luce di quanto scoperto il soggetto, privo di documenti, è stato accompagnato presso gli uffici della Questura ed è stato successivamente arrestato per il reato di furto aggravato; i poliziotti hanno acclarato che G.V.E., 39enne di nazionalità rumena, domiciliato a Milano, in posizione irregolare sul territorio nazionale, aveva già a suo carico vari precedenti di Polizia per reati come rapina impropria, furto aggravato e furto con destrezza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella mattinata di lunedì 24 ha avuto luogo presso il Tribunale di Lecco il processo con rito direttissimo, al termine del quale l’arresto è stato convalidato e il reo è stato condannato alla pena di sei mesi di reclusione con obbligo di firma alla Polizia Giudiziaria per tre volte a settimana. Il Questore della Provincia di Lecco Alfredo D'Agostino ha, inoltre, emesso nei suoi confronti il Foglio di Via Obbligatorio da Lecco per la durata di due anni. Vista la sua posizione irregolare sul territorio nazionale, il soggetto è stato infine formalmente invitato a presentarsi presso l’Ufficio Immigrazione della Questura di Milano per regolarizzare la sua posizione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba ha fretta di nascere, donna partorisce nel tunnel del Monte Barro

  • Olginate: trovato in fin di vita, ciclista muore lungo l'alzaia

  • Giornata flagellata dal maltempo: una quarantina di interventi nel territorio

  • «La vostra sanità funziona e ci ha aiutati», ristoratori egiziani devolvono nuovamente il loro incasso all'ospedale

  • Coronavirus, il punto: nessun caso di positività nel Lecchese, boom di guarigioni

  • Un panino di due metri e un "bollicine" di 9 litri, festa a San Giovanni per il barista Willy

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento