menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lo Stallazzo a Paderno d'Adda

Lo Stallazzo a Paderno d'Adda

Furto allo Stallazzo: i ladri se ne vanno con una griglia da 120 kg, un decespugliatore e il vino

Bottino insolito e danneggiamenti a porte e finestre. Gasparini: «Valutiamo interventi per la sicurezza. C'è amarezza, noi operiamo in favore delle persone svantaggiate»

Furto e vandalismo allo Stallazzo di Paderno, ristoro gestito dalla cooperativa sociale Solleva. Si tratta del secondo colpo in un anno e mezzo.

I ladri si sono intrufolati nel giardino esterno e hanno rubato una griglia da cucina di circa tre metri del peso di 120 chilogrammi, un decespugliatore e delle bottiglie di vino. La stima di questo insolito bottino è superiore ai mille euro.

«Dovevano sicuramente avere un furgone molto capiente per caricare la griglia - spiega il presidente di Solleva, Luigi Gasparini - Hanno forzato una finestra e sono penetrati all'interno dei locali. Qui hanno cercato di scassinare una porta ma non ci sono riusciti. Purtroppo anche questi danni ci costeranno, ho già contattato un fabbro per sistemare la finestra».

Rubati e poi ritrovati i documenti allo Stallazzo

I danni non sono soltanto materiali, ma anche morali. «Siamo molto amareggiati, la cooperativa opera per le persone svantaggiate e se ci fanno anche questo non ci siamo. È un gesto senza senso».

Gasparini ha sporto denuncia ai Carabinieri, nel frattempo si cercano soluzioni per garantire maggiore sicurezza. «Ho parlato con il sindaco di Paderno e con il commissario del Parco Adda per capire la gravità della situazione e valutare quali possano essere le iniziative per rendere lo Stallazzo più sicuro. Non possiamo svegliarci ogni mattina con il patema che qualcuno sia entrato dentro».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento