Furto al distributore Maver, spaccata e ripulita la cassa del self

Il colpo nella notte ai danni della postazione a lato della Lecco-Bergamo. Nel novembre di 15 anni fa la brutale rapina che costò la vita a Giuseppe, padre dell'attuale titolare Tiziana

Tiziana Maver al lavoro nel distributore Tamoil di Chiuso.

Quindici anni fa la brutale rapina che costò la vita al padre Giuseppe. L'altra notte un nuovo furto con la cassa del self service spaccata e ripulita dell'incasso. Il distributore di Tiziana Maver lungo la Lecco-Bergamo, al confine tra Chiuso e Vercurago, è finito ancora una volta nel mirino dei malviventi. 

Il blitz è stato compiuto nella notte tra il 31 ottobre e il 1° novembre, poco dopo le ore 3.00. «Un uomo con il volto coperto, come ripreso anche delle telecamere le cui immagini non permettono però di riconoscerlo, ha spaccato la postazione per il pagamento automatico rubando tutto l'incasso di alcune ore di funzionamento dell'impianto» - conferma Tiziana Maver. Si tratterebbe di una cifra significativa, visto che il self era già in funzione da diverse ore con la serata prefestiva. Il malvivente ha preso a mazzate l'impianto scassinandolo (vedi foto sotto) e derubando il denaro in esso contenuto.

Arrestata coppia di ladri molto attiva nel Lecchese

Ad accorgersi del danno una vicina che vedeva i clienti in difficoltà con il self. La donna ha allertato Tiziana Maver e il marito che sono giunti sul posto trovando l'impianto spaccato e i soldi spariti. Immediata la denuncia alla Polizia intervenuta sul posto. «Già il nostro non è un lavoro semplice, in più dobbiamo fare i conti con questi episodi che oltre alla rabbia e alla paura ci provocano danni notevoli» - ha aggiunto la titolare, residente a Calolziocorte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In lei, nei famigliari e nei tanti clienti del distributore di Chiuso è sempre forte il ricordo di Giuseppe Maver, 61 anni, ucciso da un colpo di pistola durante la rapina messa in atto da due giovani, poi assicurati alla Giustizia, il 25 novembre del 2004. Il distributore era stato preso di mira dai ladri anche la scorsa primavera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'ordinanza diventa più breve: ridotta di dieci giorni la durata, mantenuti i divieti

  • Importante scoperta sul Coronavirus: nell'équipe svizzera c'è un mandellese

  • Addio a Mario La Barbera, colonna dei Volontari del Soccorso di Calolzio

  • Tragedia a Valmadrera: addio al consigliere comunale Pamela Cazzaniga

  • Coronavirus, il punto. Nel Lecchese oltre cento tamponi positivi in un giorno, quasi seimila decessi in Lombardia

  • Coronavirus, i numeri del contagio riprendono a correre: «Valutiamo l'eccezionalità del fatto»

Torna su
LeccoToday è in caricamento