Cronaca Piazza Stazione

Rubò uno zaino dalla cappelliera: ladro individuato grazie alla capigliatura

Il rapinatore si era reso protagonista di un furto aggravato su un treno regionale ed è stato acciuffato grazie alle treccine

E' stato il colore dei capelli a tradire un rapinatore, entrato in azione nei giorni scorsi e individuato dagli agenti della Polfer di Lecco. E' stato smascherato nella stazione di Lecco per le vistose treccine blu con riflessi viola, come spiegato dagli ambienti della Questura di Lecco. L’autore del furto messo a segno a bordo del treno Regionale 2564 (Milano Centrale – Tirano) lo scorso 19 luglio, marocchino, è stato quindi riconosciuto e fermato all'interno del servizio straordinario di controlli, denominato "Stazioni Sicure".

Una volta fermato dagli agenti, è stato accompagnato negli uffici della Polfer per gli accertamenti del caso: lo stesso ha ammesso di essersi seduto accanto a un ignaro viaggiatore che stava schiacciando un pisolino per rubare lo zaino che aveva riposto nella cappelliera del treno. Sottratta una quota di denaro, è sceso dal convoglio ed è scappato.

Il marocchino, già conosciuto e schedato nel database delle forze dell'ordine per aver commesso reati analoghi in passato, ha spiegato che, dopo il furto, è tornato in stazione a Lecco: qui ha ritrovato la sua vittima, a cui ha lasciato in pegno una collana in cambio di non essere denunciato e con la promessa che successivamente avrebbe restituito il denaro. L’uomo, mercoledì, è stato fermato e denunciato all'Autorità Giudiziaria per il reato di furto aggravato.

Controlli a tappeto dei carabinieri in zona stazione a Calolzio 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubò uno zaino dalla cappelliera: ladro individuato grazie alla capigliatura

LeccoToday è in caricamento