menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno scorcio del parcheggio a lato di via Statale a Garlate, fatto chiudere dal Comune dalle ore 21 alle 5.

Uno scorcio del parcheggio a lato di via Statale a Garlate, fatto chiudere dal Comune dalle ore 21 alle 5.

Coprifuoco, divelta la protezione del posteggio chiuso dal Comune. Scatta una multa salata

L'area di sosta a lato della Sp72 a Garlate è stata da poco resa off-limits in orario serale e notturno per evitare assembramenti. Ma qualcuno ha già violato il divieto

Sono bastati un paio di giorni e qualcuno ha già violato il divieto di accesso in orario notturno nel parchggio a lato della Sp72, nei pressi del negozio Tigotà a Garlate. Un provvedimento - attivato il 20 ottobre e in vigore fino al 13 novembre prossimo su iniziativa dell'Amministrazione comunale - che impone di non entrare nell'area di sosta dalle ore 21 di sera alle 5 del mattino per evitare assembramenti, nel solco tracciato da Regione Lombardia con il recente coprifuoco e dal Governo con gli ultimi Dpcm.

Coronavirus, ecco la certificazione per uscire durante il coprifuoco notturno in Lombardia

L'altra sera un'auto ha però spezzato la catena che chiude il parcheggio violando così l'ordinanza firmata dal sindaco Giuseppe Conti. «Queste bravate idiote non sono certo indice di intelligenza per chi le compie - hanno commentato gli esponenti della Giunta comunale - Gli autori sono stati individuati e verrà di conseguenza loro notificata una multa con l'importo massimo previsto dalla legge oltre il costo della catena rotta».

La sanzione non è ancora stata quantificata, ma potrebbe arrivare fino a 500 Euro. Per ora è stata identificata la targa del veicolo. Domani, lunedì, la Polizia locale del servizio consorziato di Garlate e Pescate procederà con gli ulteriori accertamenti.

In paese 5 casi di Covid-19. «Per fortuna non sono gravi, ma serve massima prudenza»

Intanto a Garlate si segnalano altri contagi da Coronavirus. «Sono aumentati i nuovi casi positivi nel nostro comune - ha confermato ieri, sabato, l'Amministrazione - Siamo arrivati a cinque. Per fortuna non ci sono situazioni gravi e la situazione è sotto controllo. Ma non è mai superfluo in questo momento raccomandare la dovuta prudenza e un rispetto rigoroso delle regole».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

Lecco: lunedì 10 aprono le prenotazioni dei vaccini per la fascia 50-59 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento