menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento del flash mob

Un momento del flash mob

A Colico e alla Sagra delle sagre un flash mob voluto dall'Asl per sensibilizzare sui rischi del gioco d'azzardo

L'Asl e altre associazioni hanno messo in scena una manifestazione per sensibilizzare i cittadini sui rischi che si corrono nel giocare d'azzardo senza controllo, l'iniziativa è stata un successo.

La Dea bendata, portata a spalla da coloro che le sono devoti, che tiene incatenati a sé uomini e donne come schiavi: questa la "processione" cui hanno assistito le persone che sabato 9 agosto hanno fatto un giro per il centro di Colico nel pomeriggio, o alla Sagra delle Sagre di Barzio e Pasturo in serata.


Il flash mob, organizzato dal Servizio nuove dipendenze dell'Asl, ha messo in scena una metafora della dipendenza dal gioco d'azzardo, patologia che ultimamente sembra prendere sempre più piede nell'Italia affossata dalla crisi economica: gli attori e le attrici, infatti, hanno impersonato la fortuna e tutti i giocatori che, inseguendo il sogno della vincita, spendono più soldi di quelli che hanno, togliendo ogni serenità a se stessi e alle loro famiglie. 


Contestualmente al flash mob sono stati distribuiti ai passanti dei volantini illustrativi per sensibilizzare sui problemi del gioco d'azzardo e sui servizi che l'Asl e le associazioni offrono per dare sostegno a chi ne ha bisogno; la manifestazione ha destato grande curiosità negli spettatori, che hanno chiesto informazioni e letto i volantini con interesse.


L'iniziativa è stata organizzata, oltre che dal Servizio nuove dipendenze dell'Asl, con la collaborazione di Fondazione don Silvano Caccia, Asfat e Associazione Comunità "Il Gabbiano" e "Comunità di Via Gaggio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento