menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della cerimonia

Un momento della cerimonia

Giornata della memoria, consegnate le medaglie d'onore a otto lecchesi

Il Prefetto ha consegnato le onorificenze nell'Aula magna dell'istituto Bovara

Tanta emozione nella mattinata di oggi 27 gennaio nell'Aula magna dell'istituto Bovara, dove il Prefetto, Antonia Bellomo, ha consegnato le medaglie d'onore della Repubblica a tre sopravvissuti lecchesi alla deportazione in Germania e, alla memoria, alle famiglie di altri cinque uomini che sopravvissero ai lager nazisti.

Una mattina dedicata alla memoria, a ricordare ciò che Roberto Longhi di Valgreghentino, Luigi Perego di Colle Brianza ed Erminio Valsecchi di Bosisio Parini hanno vissuto in prima persona durante gli anni della seconda guerra mondiale.

Episodi che gli studenti delle classi quinte del liceo Manzoni, presenti in sala, hanno potuto ascoltare dalle loro voci, assieme alle auorità cittadine e ai parenti di Angelo Aldeghi, di Olginate, Carlo Appiani di Imberido, Rinaldo Magni di Sirtori, Carlino Rotasperti di Caprino bergamasco (Bg) e Giuseppe Salvi di Brembilla (Bg): dopo la cerimonia, infatti, i tre anziani signori hanno raccontato ai presenti alcuni momenti della loro deportazione. La cerimonia è stata accompagnata musicalmente dagli studenti della prima del Liceo musicale Grassi, che hanno eseguito sei brani con la direzione del professor Maurizio Fasoli. 

Le medaglie d'onore per i deportati italiani sono state volute fortemente dall'ex Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nel 2006, come gesto di riconoscimento da parte dello Stato verso quei cittadini che, internati, hanno dovuto sopportare in prima persona la crudeltà dell'oppressione ideologica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Attualità

Lecco e la Lombardia da oggi tornano in zona arancione: in vigore nuovi divieti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento