Insieme per Pescate: basta con il protagonismo a tutti i costi

Il gruppo consigliare di opposizione “Insieme per Pescate”, del consiglio comunale di Pescate esprime il proprio pensiero in merito alla recente chiusura dell'accesso al "Terzo Ponte", effettuato da parte dell'amministrazione comunale di Pescate.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Con la presente, noi del gruppo consigliare di opposizione “Insieme per Pescate”,  ci scusiamo, come opposizione, con quanti sabato 6 dicembre u.s. hanno dovuto transitare dal nostro paese, siamo sconcertati da quanto è successo, purtroppo noi come minoranza non potevamo fare nulla, ci sono istituzioni che in questo caso avrebbero dovuto intervenire duramente avendone il potere per prevenire e non solo per criticare successivamente l'iniziativa.

Siamo inoltre rammaricati in particolare da una frase letta sui social “ se questa amministrazione è così chissà come era l'alternativa” a queste persone diciamo semplicemente di andare a leggere la storia delle precedenti amministrazioni, che hanno saputo creare, rivalutare il nostro bel paese creando parchi, creando ciclopiste invidiate da tutti i paesi circostanti, che ha saputo prendere in mano una situazione di degrado del lago realizzando un sistema fognario che per anni si è cercato di fare, ma che solo la nostra tenacia ha permesso di portare a termine, poi si è voluto cambiare, e questo è il risultato.

Quello che è successo sabato mattina ha penalizzato soprattutto il nostro territorio, i nostri  negozianti e tutte le attività del paese, che in questo momento di crisi si sono visti precludere la possibilità di lavorare, inoltre il traffico caotico ha creato solo inquinamento del nostro paese, se proprio voleva contestare nei confronti di Lecco doveva bloccare per assurdo l’uscita del ponte e non l’entrata come ha fatto.

Questo è protestare per avere una viabilità migliore o è solo un modo per andare in televisione e sui giornali con titoli a caratteri cubitali in vista delle prossime elezioni?

Ci sono altri modi di portare avanti i discorsi con gli enti, ma siccome il nostro sindaco ha sempre litigato con tutte le istituzioni questo è il risultato, noi con il dialogo costruttivo abbiamo potuto accedere a finanziamenti e a contributi da questi enti , chi più e chi meno ha contribuito a farci realizzare opere che altrimenti non potevamo certo appaltare.

Teniamo presente che nonostante la chiusura del ponte vecchio la nostra viabilità è sensibilmente migliorata, le rotonde da noi realizzate stanno lavorando bene, e che sulla nostra strada transitano circa 40000 autoveicoli al giorno e le colonne in certe  fasce orarie c’erano ci sono ci saranno sempre.

Molta gente sui social network ha inveito insultando questa  amministrazione, e noi ci sentiamo di condividere queste lamentele, noi con la nostra strada facciamo parte, comunque, volente o meno di un sistema che non può, e non deve incepparsi, altrimenti si rischia di portare all'esasperazione la gente, e questo non è buono.

Non avendo altre idee si vuol mettere mano a cose che spettano ai tecnici con tutte le responsabiltà del caso, inoltre se gestire la viabilità nel nostro paese vuol dire creare parcheggi dove non è permesso dalla legge ( vedi davanti a chiusini del gas, piuttosto che subito dopo le curve), e cosa dire dei passaggi pedonali che finiscono davanti alle carreggiate senza un marciapiede che protegga i pedoni,  specialmente  se  questo  viene  posizionato  davanti  al  Centro  Prima Infanzia: “IL BELL’ANATROCCOLO”, anche contro il parere della vigilanza locale che dovrebbe essere preposta a questo scopo.

La voglia di protagonismo del nostro sindaco  la si vede anche dai manifesti affissi di tanto in tanto sui cartelloni pubblicitari in paese e che sistematicamente sono firmati solo dal sindaco e non dalla giunta o meglio ancora dall'amministrazione comunale tutta.

Concludendo quella di sabato è stata una triste giornata per tutta la comunità pescatese, che agli occhi di tutto il territorio ha mostrato quanto, questa amministrazione  non sia in grado di gestire il paese, si spera che questo  venga ricordato quando i cittadini dovranno esprimere un parere in merito al loro operato.

Torna su
LeccoToday è in caricamento