Il presidente del Consiglio regionale incontra i lavoratori del Casinò: «Va riaperto»

Alessandro Fermi: «Piena solidarietà alla forza lavoro, c'è di mezzo il futuro di quasi 500 famiglie e di un'intera comunità. I I ministeri competenti intervengano subito»

Il Casinò di Campione (foto Ansa)

Regione Lombardia scende in campo al fianco dei lavoratori del Casinò di Campione d'Italia. Una delegazione delle rappresentanze sindacali è stata ricevuta questa mattina in Consiglio regionale accolta dal presidente Alessandro Fermi, che ha incontrato anche all'esterno i lavoratori riuniti in presidio all'ingresso di Palazzo Pirelli.

«Riaprire subito il Casinò di Campione d'Italia. Piena solidarietà ai lavoratori e ai cittadini di Campione - ha spiegato - I Ministeri competenti devono intervenire in fretta, subito, per trovare una soluzione che consenta al Casinò di riaprire, anche in deroga alle normative vigenti e nelle modalità di esercizio provvisorio. C'è di mezzo il futuro di quasi 500 famiglie e di una intera comunità. Come istituzione regionale oggi stesso solleciteremo il Ministero dell'Interno e il Ministero delle Finanze perché prendano i necessari provvedimenti, consapevoli che più si allungano i tempi, più l'utenza inevitabilmente si indirizzerà stabilmente su altre strutture da gioco a danno di Campione».

Il Tribunale dichiara il fallimento del Casinò

È quanto ha sottolineato il presidente Fermi aprendo i lavori dell'Aula all'inizio della seduta dedicata all'assestamento di bilancio, indirizzando così un saluto e un messaggio di speranza ai lavoratori presenti. La delegazione sindacale del Casinò di Campione è stata quindi ricevuta nella sala dei capigruppo dove lo stesso presidente Fermi e il presidente della Commissione attività produttive Gianmarco Senna hanno approfondito la situazione e concordato alcune azioni di sensibilizzazione comuni nei confronti dei Ministeri competenti.

«Una chiusura prolungata dell'unica fonte di reddito per l'intera comunità campionesse rappresenterebbe un colpo durissimo per l'economia locale e per centinaia di famiglie, va assolutamente evitata e scongiurata - ha aggiunto il presidente Alessandro Fermi - Per tanti anni il Casinò è stata una risorsa importante che ha consentito con i suoi introiti di realizzare e valorizzare i servizi e le infrastrutture del territorio e oggi è dovere prioritario delle istituzioni preposte assicurare da subito a questa comunità almeno il mantenimento dei servizi minimi precedentemente garantiti».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il presidente della Commissione attività produttive Gianmarco Senna ha sottolineato infine come, da parte sua e della Commissione da lui presieduta, su questa questione sarà dato il massimo supporto e tutta l'attenzione necessaria a tutela dei cittadini di Campione e dei lavoratori del Casinò.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gessate saluta Elena e Diego, privati della loro vita dalla follia omicida del padre: «Ciao nanetti»

  • Tragedia di Margno: sabato i funerali dei piccoli Elena e Diego, poi quelli di Mario Bressi

  • Tragedia di Margno, proseguono le indagini: rinvenuti due cellulari. Oggi le autopsie

  • Margno: l'autopsia conferma la prima ipotesi, i gemelli sono stati strangolati

  • Multa fino a 1.500 euro per chi pesca un siluro e non lo ammazza

  • Mandello: caos ai Giardini, il sindaco chiude la zona a lago

Torna su
LeccoToday è in caricamento