Il presidente del Consiglio regionale incontra i lavoratori del Casinò: «Va riaperto»

Alessandro Fermi: «Piena solidarietà alla forza lavoro, c'è di mezzo il futuro di quasi 500 famiglie e di un'intera comunità. I I ministeri competenti intervengano subito»

Il Casinò di Campione (foto Ansa)

Regione Lombardia scende in campo al fianco dei lavoratori del Casinò di Campione d'Italia. Una delegazione delle rappresentanze sindacali è stata ricevuta questa mattina in Consiglio regionale accolta dal presidente Alessandro Fermi, che ha incontrato anche all'esterno i lavoratori riuniti in presidio all'ingresso di Palazzo Pirelli.

«Riaprire subito il Casinò di Campione d'Italia. Piena solidarietà ai lavoratori e ai cittadini di Campione - ha spiegato - I Ministeri competenti devono intervenire in fretta, subito, per trovare una soluzione che consenta al Casinò di riaprire, anche in deroga alle normative vigenti e nelle modalità di esercizio provvisorio. C'è di mezzo il futuro di quasi 500 famiglie e di una intera comunità. Come istituzione regionale oggi stesso solleciteremo il Ministero dell'Interno e il Ministero delle Finanze perché prendano i necessari provvedimenti, consapevoli che più si allungano i tempi, più l'utenza inevitabilmente si indirizzerà stabilmente su altre strutture da gioco a danno di Campione».

Il Tribunale dichiara il fallimento del Casinò

È quanto ha sottolineato il presidente Fermi aprendo i lavori dell'Aula all'inizio della seduta dedicata all'assestamento di bilancio, indirizzando così un saluto e un messaggio di speranza ai lavoratori presenti. La delegazione sindacale del Casinò di Campione è stata quindi ricevuta nella sala dei capigruppo dove lo stesso presidente Fermi e il presidente della Commissione attività produttive Gianmarco Senna hanno approfondito la situazione e concordato alcune azioni di sensibilizzazione comuni nei confronti dei Ministeri competenti.

«Una chiusura prolungata dell'unica fonte di reddito per l'intera comunità campionesse rappresenterebbe un colpo durissimo per l'economia locale e per centinaia di famiglie, va assolutamente evitata e scongiurata - ha aggiunto il presidente Alessandro Fermi - Per tanti anni il Casinò è stata una risorsa importante che ha consentito con i suoi introiti di realizzare e valorizzare i servizi e le infrastrutture del territorio e oggi è dovere prioritario delle istituzioni preposte assicurare da subito a questa comunità almeno il mantenimento dei servizi minimi precedentemente garantiti».

Il presidente della Commissione attività produttive Gianmarco Senna ha sottolineato infine come, da parte sua e della Commissione da lui presieduta, su questa questione sarà dato il massimo supporto e tutta l'attenzione necessaria a tutela dei cittadini di Campione e dei lavoratori del Casinò.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lecco celebra il patrono San Nicolò

  • Crandola Valsassina: trovato morto nella vasca da bagno Vittorio Galluzzi

  • Scompare dopo la festa dei coscritti: ore di angoscia per Nicola Scieghi, si cerca nell'Adda

  • Gli occhi della Prefettura sul "Cermenati": messi i sigilli con "un'antimafia" al bar del centro

  • Ristoratori egiziani donano l'incasso all'ospedale di Lecco: «Il nostro grazie alla vostra sanità»

  • Trovato un cadavere nell'Adda: si teme sia quello di Nicola Scieghi

Torna su
LeccoToday è in caricamento