Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca Imbersago

La testimonianza di Federico: "Così abbiamo salvato la donna caduta nell'Adda"

Il racconto di Enchisi, primo a correre in aiuto della 67enne con una barca insieme a un carabiniere e a un altro ragazzo. "Il marito urlava: aiuto, aiuto! La corrente era fortissima"

Grazie alla sua prontezza, a quella di un coraggioso carabiniere che stava facendo jogging e di un altro ragazzo proprietario di una barca si è potuto evitare il peggio. Nel pomeriggio di ieri una donna di 67enne è caduta nelle fredde acque dell'Adda a Imbersago rischiando di annegare, ma grazie all'intervento di Federico Enchisi e di altri due passanti è stata salvata e affidata ai "soccorsi ufficiali" in arrivo in forze: ambulanze di Areu e vigili del fuoco con il supporto aereo dell'elicottero Drago. 

Abbiamo chiesto a Federico - 36 anni, residente a Torre de' Busi - di raccontarci com'è andata e come ha vissuto questi momenti concitati per fortuna a lieto fine, conclusi con il recupero della donna poi trasportata per le cure e gli accertamenti del caso in ospedale in codice giallo.

La pericolosissima forza della corrente

"Avevo deciso di andare a fare un giro in moto in pausa pranzo e ho raggiunto la piazzola di Imbersago affacciata sull'Adda - racconta Federico - a un tratto ho visto un uomo arrivare di corsa dalla vicina pista ciclopedonale e urlare... 'Aiuto, aiuto, mia moglie è caduta in acqua!'. A quel punto sono subito corso là, ero tra l'altro l'unica persona a trovarmi in zona".

Federico Enchisi.

L'operazione di salvataggio non era però semplice date le forti correnti del fiume. "Appena l'ho vista le ho detto di mettersi a pancia in sù, di cercare di mantenere la calma a di galleggiare, rassicurandola sul fatto che saremmo intervenuti subito in suo aiuto, allertando anche i soccorsi. Il marito continuava a chiamarla spaventato, la tensione saliva e c'era inoltre chi urlava dall'altra parte del fiume - continua Federico, che lavora come meccanico alla Mercedes Benz Autoservice di Robbiate - A quel punto sono entrato in acqua per cercare di raggiungerla, ma la corrente rischiava di trascinarmi via a mia volta e la signora era distante".

L'intervento provvidenziale del carabiniere Gianluca Calì e di Matteo, proprietario di una barca

Nel frattempo è sopraggiunto anche il carabiniere Gianluca Calì. "Stava correndo lungo la ciclabile ed è subito intervenuto con me in aiuto della donna, ma entrare così in acqua era davvero difficoltoso. Gianluca è comunque entrato nel fiume fino al busto. Io, in acqua con lui, ho visto alcune barche legate e ho pensato di prenderne una. Purtroppo i lucchetti erano grossi e non riuscivo a staccarne nessuno fino a quando è arrivato un altro ragazzo, Matteo, proprietario di un'imbarcazione. Insisme abbiamo tolto i blocchi e tutti e tre insieme siamo andati con la barca a remi in aiuto della donna che si trovava ormai a oltre 100 metri di distanza".

La corrente era fortissima, ma i tre soccorritori sono riusciti a intervenire in tempo e con prontezza per salvare la malcapitata. "Abbiamo remato a fatica fino a lei - continua Federico - le abbiamo lanciato un salvagente e l'abbiamo recuperata con una corda, Gianluca l'ha quindi trascinata sulla prua barca, anche se non riuscivamo a tenerla fuori dall'acqua completamente. Remando con forza siamo arrivati a riva e l'abbiamo portata al sicuro, con Matteo che l'ha presa in spalla. Lei per fortuna era cosciente, spaventatissima, ma cosciente. Il marito, a sua volta compresibilmente agitato, continuava a ringraziarci". Il peggio era così passato.

Nel frattempo sono sopraggiunti i soccorritori del 118 e i vigili del fuoco che hanno prestato le prime cure alla 67enne trasferendola poi all'ospedale Manzoni. Sono comunque continuate le ricerche nel fiume perché inizialmente si era temuto ci fosse anche un bambino in acqua, ma si è poi verificato essersi trattato di un falso allarme. Dopo una ventina di minuti di paura, dunque, il lieto fine. Grazie anche a quei tre coraggiosi "eroi per caso".

I soccorsi dei vigili del fuoco nell'Adda a Imbersago.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La testimonianza di Federico: "Così abbiamo salvato la donna caduta nell'Adda"
LeccoToday è in caricamento