menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Imprenditore evade il fisco per quasi 600mila euro: sequestrati i beni

Il lecchese è stato denunciato per "omesso versamento di ritenute dovute o certificate"

Tra il 2013 e il 2014, ha evaso il fisco per circa 586mila euro ed è - per questo - finito nei guai un imprenditore lecchese, rappresentante legale di una società produttrice di caldaie e cisterne di grandi dimensioni, già operante ad Annone Brianza e - ora - in fallimento, cui la Finanza ha (preventivamente) sequestrato beni per circa 270mila euro.

Le indagini sono state dirette e coordinate dal Sost. Prc. di Lecco, Paolo Del Grosso, e hanno portato alla segnalazione del lecchese, originario di Bosisio Parini, per il reato (previsto e puntio dall'art. 10 bis del DL 74/2000) di "omesso versamento di ritenute dovute o certificate", il quale prevede come sanzione la reclusione da 6 mesi a 2 anni.

I militari della Guardia di Finanza - su disposizione della Procura della Repubblica e dopo una meticolosa attività investigativa - hanno proceduto al sequestro di un motociclo, denaro contante, quote sociali e di una villetta a schiera in località Sirone.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

Priscilla cerca casa: «È dolcissima»

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento