Cronaca

Muore alla vigilia di Natale, Papa Francesco telefona alla famiglia per fare le condoglianze

L'imprenditore 54enne, malato da tempo, desiderava poter parlare con il Pontefice. E lui ha chiamato i familiari

Non si aspettavano assolutamente la telefonata che è arrivata il giorno di Natale i familiari di Sergio Meraviglia, imprenditore brianzolo deceduto lo scorso 24 dicembre per un tumore fulminante: a chiamare per far loro le condoglianze, Papa Francesco in persona.

Un grande gesto di solidarietà quello di Bergoglio, che ha deciso di esaudire, seppure in ritardo, l'ultimo desiderio dell'imprenditore 54enne: dal letto su cui era bloccato, Sergio Meraviglia aveva infatti chiesto, più volte, di poter parlare con il Pontefice prima di chiudere gli occhi per sempre. Un desiderio tanto forte quanto, per la famiglia, impossibie da realizzare.

A chiamare in Vaticano per raccontare la sua storia, come racconta "Nuova Brianza", un cardinale amico di famiglia, che è riuscito a contattare l'entourage del Papa. E Francesco non si è tirato indietro: nel pomeriggio di Natale ha telefonato ai familiarii per porgere le sue più sentite condoglianze, e lasciare qualche parola di conforto ai parenti dell'imprenditore molto conosciuto e amato nella Brianza comasca e a Bulgarograsso (Co), dove ha sede la Meraviglia Spa, impresa di costruzioni di cui  era amministratore delegato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore alla vigilia di Natale, Papa Francesco telefona alla famiglia per fare le condoglianze

LeccoToday è in caricamento