menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il furto del prezioso orologio compiuto lo scorso 12 agosto in via Cattaneo a Lecco.

Il furto del prezioso orologio compiuto lo scorso 12 agosto in via Cattaneo a Lecco.

In carcere la donna che aveva rubato un rolex da 20.000 Euro in centro Lecco

Rintracciata a Milano la 25enne autrice del furto con destrezza compiuto ai danni di un 66enne distratto con alcune effusioni e atteggiamenti seducenti

Gli agenti della Squadra Mobile di Lecco hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nei confronti di S.A., 25enne di nazionalità romena, pluripregiudicata e indagata per aver commesso un furto con destrezza ai danni di un 66enne in centro Lecco.

I fatti risalgono al 12 agosto scorso. La donna, incinta, aveva avvicinato il malcapitato con la scusa di chiedergli alcune indicazioni stradali. Il signore, dopo avere fornito le informazioni richieste, aveva poi tentato di riprendere la propria strada ma la 25enne, accortasi del Rolex che l’anziano portava al polso, aveva a quel punto cercato un contatto fisico con effusioni e atteggiamenti seducenti.

Donna incinta sfila un rolex da 20.000 euro a un 66enne in centro Lecco

La vittima, confusa dalle avanches, rimaneva così "distratta" e la malfattrice ne aveva approfittavo per mettere una mano sul polso dell’uomo sfilandogli con uno strattone il prezioso orologio del valore di circa 20.000 euro senza che il 66enne comprendesse le ragioni dei suoi gesti. A quel punto, prima che il malcapitato riuscisse a scoprire di essere stato derubato, la malvivente aveva fatto perdere le proprie tracce con la complicità di un uomo che l’aveva attesa a bordo di un'auto parcheggiata lì vicino.

A seguito dell'attività di indagine portata dagli agenti della Questura di Lecco, dopo aver identificato la malfattrice, il Sostituto Procuratore della Repubblica di Lecco dottor Figoni ha chiesto la misura della custodia cautelare in carcere nei confronti della stessa, anche in forza delle precedenti condanne e degli arresti che la donna aveva inanellato negli ultimi anni, sempre per gli stessi reati e con lo stesso modus operandi.

Il Gip del Tribunale di Lecco, riconoscendo gli elementi a carico della 25enne, ha così emesso la citata misura cautelare al fine di interrompere il rischio di nuovi reati predatori. Rintracciata a Milano dove ha il domicilio, la donna è stata così condotta presso il carcere di San Vittore, in attesa di giudizio.

Violento scontro fuori da un bar, arresti e denunce per rissa e lesioni

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento