menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piani Resinelli: si inaugura Palazzo Cereghini

I lavori al piano rialzato, che ospiterà Ufficio turistico e Guardia medica, sono terminati

"Taglio del nastro" - domenica 2 luglio, ore 16 - per il piano rialzato di Palazzo Cereghini, Piani Resinelli, dove trovano posto il nuovo Ufficio di Promozione Turistica, la Guardia Medica e uno spazio espositivo in cui sarà allestita la mostra "Grigne ed altri orizzonti" di Marzia Galbusera.

Una cerimonia, allietata dalla musica del coro "I vous de la Val Granda", cui parteciperanno il sindaco di Lecco, Virginio Brivio, il sindaco di Abbadia Lariana, Cristina Bartesaghi, e Alessandro Paroli, assessore della Comunità Montana Lario Orientale Valle San Martino.

«Un risultato frutto di una grande sinergia tra tutti gli enti coinvolti che si sono mossi insieme per restituire alla comunità un bene pubblico strategico per la fruizione turistica dei Piani Resinelli - commenta Virginio Brivio, sindaco di Lecco - I Piani Resinelli sono da sempre la meta prediletta di chi cerca relax, escursioni naturalistiche, passeggiate in montagna, storia e cultura, nonché di gustosi piatti dell'enogastronomia. Tutto ciò a due passi da casa per i lecchesi e poco più per i turisti provenienti dalle vicine province di Monza-Brianza e Milano, che storicamente frequentano la zona. Non è un caso se si è deciso di inaugurare subito gli spazi dell'Ufficio di promozione turistica e la Guardia medica, due servizi che nelle prossime settimane faranno la differenza per chi raggiungerà i Resinelli. L'obiettivo degli Enti che aderiscono alla Convenzione (i Comuni di Lecco, Abbadia Lariana, Mandello, Ballabio e la Comunità montana Lario Orientale Valle San Martino) è integrare i servizi, fare rete e considerare i Piani Resinelli come un unico bene "appartenente" e non a una singola Amministrazione, ma a tutti gli enti interessati a un rilancio di una delle più belle zone montane del territorio».

«Con grande soddisfazione possiamo inaugurare oggi questo intervento - commenta Cristina Bartesaghi, sindaco di Abbadia Lariana, Comune capofila della Convezione - Da anni nelle riunioni dei sindaci della Convenzione Piani Resinelli abbiamo auspicato una riqualificazione della struttura per fini turistici, ma le ristrettezze finanziarie hanno sempre fatto rimandare. Finalmente il Comune di Lecco ne ha avuto l'opportunità. Nel frattempo non siamo stati inoperosi: già da qualche anno con il supporto dei quattro Comuni, della Pro Loco di Ballabio e degli esercenti dei Piani Resinelli abbiamo organizzato un calendario di manifestazioni. La struttura che verrà completata per il prossimo anno sarà senz'altro a supporto di nuove iniziative. Ritengo che il prossimo passo potrà essere una gestione coordinata dei servizi turistici. Anche di questo argomento se ne è già parlato. Credo che i tempi siano ormai maturi. Un ringraziamento alla Comunità Montana che ha seguito i lavori e che da qualche anno collabora attivamente all'interno della Convenzione».

«L'inaugurazione della prima parte di Palazzo Cereghini - aggiunge Alessandro Paroli, assessore della Comunità Montana Lario Orientale Valle San Martino con delega ai lavori pubblici - si inserisce perfettamente negli obiettivi del nuovo progetto Valli Prealpine in itinere con Regione Lombardia, volto a dare un ulteriore impulso alla valorizzazione turistica dell'area dei Piani Resinelli. In particolare, verranno investiti 200mila euro per la riqualifica del Parco del Valentino e delle miniere e verrà lanciata una App dedicata al turismo».

Gli interventi per il recupero di Palazzo Cereghini sono stati divisi in 2 lotti: il primo (108.130.20 euro di cui 102.130,20 fondi regionali PISL Montagne e 6.000 euro di contributo del Comune di Lecco) ha permesso il rifacimento e la messa in sicurezza della copertura e la sostituzione dei serramenti; il secondo (180.000 euro a carico del Comune di Lecco, proprietario della struttura) ha, invece, consentito il rifacimento completo degli impianti elettrico, idrico-sanitario, riscaldamento (con installazione di stufe a pellet), la realizzazione di 2 bagni e un'entrata separata al piano interrato, dove i lavori stanno procedendo e dove il lay-out prevede di lasciare spazi neutri per futuri progetti di fruizione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento