menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto di Tommaso Garo)

(foto di Tommaso Garo)

Incendio sul Due Mani, ai soccorritori: «Grazie!»

Il messaggio di ringraziamento di Antonella Invernizzi, sindaco di Morterone

Il grande incendio divampato - venerdì 6 gennaio - sul Monte Due Mani e che - per oltre 30 ore - ha tenuto in apprensione Morterone, Ballabio e tutta la città di Lecco, è stato spento.

Nel momento della conta dei danni (circa 200 ettari di vegetazione in fumo, ndr), è tempo - anche - di ringraziare chi, da terra e "via" cielo, si è speso, senza riserve, per spegnere il rogo.

Il "Grazie!" di Antonella Invernizzi, sindaco di Morterone.

Desidero rivolgere il mio più sentito apprezzamento a tutti le forze in campo, volontari e non, che durante l'incendio che ha interessato il Monte Due Mani nei giorni 6 e 7 gennaio 2016 e ha portato alla chiusura della Sp 63 con il relativo isolamento di Morterone, si sono dedicati alla circoscrizione e allo spegnimento delle fiamme.
Adesso che ci troviamo di fronte ad un ambiente stabilizzato, voglio far giungere il mio "Grazie!" a tutti coloro i quali si sono dedicati, giorno e notte, a operare in zone impervie e non facilmente raggiungibili.
Attraverso la vostra grande dedizione, al vostro impegno e all'ingente impiego di attrezzature, la situazione è stata gestita in maniera egregia ed è stato raggiunto l'obiettivo di normalizzare la situazione.
In queste due giornate ho avuto modo di stimare non solo lo spirito di sacrificio e di abnegazione espresso da voi, uomini e donne all'opera, ma anche la vostra grande professionalità e la capacità di collaborazione, mobilitando con rapidità ed efficienza risorse umane e tecniche di grande importanza.
Anontella Invernizzi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento