Incendio in un bar del centro: bruciato l'arredo esterno. Negrini: «Inconcepibile e gravissimo»

Il consigliere comunale, candidato sindaco nel 2015, denuncia il fattaccio sui social: «Confidiamo nelle indagini delle forze dell’ordine»

L'arresto esterno dell'Interval Cafè ormai distrutto FACEBOOK/ALBERTO NEGRINI

Grave danno, con cause probabilmente dolose, per l'Interval Cafè di via Carlo Cattaneo, nel cuore di Lecco. Nella notte tra mercoledì 2 e giovedì 3 settembre l'arredo esterno dell'esercizio pubblico, posizionato sull'altro lato della strada rispetto all'ingresso, è andato letteralmente distrutto a causa di un incendio. In tanti, sui social network, hanno espresso la loro solidarietà nei confronti Massimiliano Cioffi, titolare del locale; tra di loro anche il consigliere comunale, nonchè candidato sindaco nel 2015, Alberto Negrini: 

«Un atto assurdo, perpetrato nella notte nel pieno centro di Lecco ai danni di un bar con esterno (il bar Interval) di proprietà di un caro amico. Nella tranquilla via Cattaneo a due passi dalle principali banche. Oltre al furto dell’arredo esterno al locale, hanno dato fuoco alla pedana e all’ombrellone. Non voglio pensare al danno economico e al disagio dell’imprenditore come tutti già provato dal lockdown Covid, oggi impossibilitato anche ad usare lo spazio esterno. Ma dove viviamo. Qualsiasi cosa sia successa è inconcepibile e gravissima. Confidiamo nelle indagini delle forze dell’ordine».

post alberto negrini bar interval-2

Saranno, quindi, le forze dell'ordine ad analizzare le immagini delle varie telecamere installate nella zona, dove sono presenti due Istituti bancari internazionali e il varco della Zona a Traffico Limitato, e a fare chiarezza sull'accaduto.

bar interval incendio 3 settembre 20202-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico investimento sulla direttrice Milano-Lecco: la vittima era scomparsa nella mattinata

  • La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

  • Doppia tragedia sui monti che circondano il Lecchese: morti due uomini a Brumano e sul San Primo

  • Lecco, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio. Ecco le regole

  • Stroncato da un malore in montagna: Mandello piange Carlo Gilardi

  • Calolzio: scoperta società legata alla malavita, il Prefetto De Rosa la chiude

Torna su
LeccoToday è in caricamento