Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca Malgrate / Via Monsignor Giuseppe Polvara

Incendio di Malgrate: non ce l'ha fatta Piera, intossicata e ustionata dal rogo

La donna ha lottato per due settimane, ma i danni causati dall'incendio al suo corpo si sono rivelati troppo gravi. Ancora ricoverato il marito

L'impressionante nube di fumo levatasi dall'appartamento della coppia

Non ce l'ha fatta Piera Spreafico, anziana rimasta ustionata e intossicata a causa del grave incendio sprigionatosi all'interno della sua abitazione del rione Fabusa di Malgrate la scorsa Epifania. Per due settimane la donna, ricoverata presso l'ospedale "Villa Scassi" di Genova, ha lottato contro i danni causati al suo corpo dal rogo, ma questi si sono rivelati troppo gravi e hanno portato al suo prematuro decesso nella giornata di lunedì 18. Classe 1941, la donna era stata ricoverata in prima battuta al "Sant'Anna" di Como in codice rosso, e successivamente era stata sottoposta al tratatmento mediante camera iperbarica all'interno della struttura ligure. Il mario Giacomo Ceruti risulta ancora ricoverato presso l'ospedale "Manzoni" di Lecco, dov'è stato portato dopo il periodo trascorso al "Niguarda" di Milano.

Il terribile incendio dell'Epifania

Una densa coltre di fumo aveva invaso, nel primo pomeriggio di mercoledì 6 gennaio, il cielo di Malgrate. Varie squadre di soccorso si erano portate, poco prima delle 13, in via monsignor Polvara, dove all'interno di un appartamento dei "palazzoni" si era generato il grave incendio partito dal salotto della casa dei due anziani residenti. La donna, presente in casa, era stata raggiunta in un secondo momento dal marito, allertato dalla visione del fumo mentre si trovava all'esterno dello stabile, ed entrambi erano stati successivamente soccorsi dai Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Lecco, che hanno via via estratto le persone dallo stabile per metterle in sicurezza. 

vigili del fuoco malgrate 6 gennaio 20213-2

Le squadre, giunte sul bordo a bordo di due autopompe serbatoio, un'autobotte e un'autoscala, avevano, infatti, tratto in salvo diverse persone rimaste bloccate sui balconi; il tempestivo intevento dei pompieri, coordinati dal Comandante dott. ing. Angelo Ambrosio e dal funzionario ing. Roberto Ghio, aveva permesso di evitare conseguenze ancora peggiori. 

vigili del fuoco malgrate 6 gennaio 20211-2

Quaranta persone evacuate

Sul posto, fatto atterrare sul prato del centro sportivo "Rio Torto" di Valmadrera, si era portato anche un elicottero di Areu (Azienda regionale emergenza urgenza), poi rientrato verso il Comasco. Complessivamente erano state quaranta le persone evacuate, rientrate nelle rispettive abitazioni a metà pomeriggio, mentre si erano registrati ulteriori otto feriti, oltre ai due coniugi, tre persone (due donne, tra cui una in gravidanza, e un bambino) trasferite a Lecco perchè intossicate dai fumi, così come altre due, una donna e un bambino, portate presso il nosocomio comasco. Un'ultima persona aveva, invece, rifiutato il ricovero.

vigili del fuoco malgrate 6 gennaio 20212-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio di Malgrate: non ce l'ha fatta Piera, intossicata e ustionata dal rogo

LeccoToday è in caricamento