Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Colle Brianza / Via San Bernardo

Spaventoso incendio nel cuore di Milano: il fumo visibile a 45 chilometri di distanza

La foto di Efrem Brambilla, sindaco di Santa Maria Hoè, testimonia la visibilità della colonna di fumo anche dal Monte di Brianza

La foto diffusa da Efrem Brambilla. Nel cerchio la colonna di fumo

Domenica pomeriggio a Milano si è scatenato uno spaventoso incendio che ha distrutto un palazzo di via Antonini a Milano, in cui vivevano una settantina di persone, trenta delle quali presenti. Ad andare a fuoco, per cause ancora da accertare, è stata la Torre dei Moro, un edificio composto da 16 piani - diversi a uso residenziale -, alto circa 60 metri. 

Il rogo sarebbe partito dal penultimo piano e si sarebbe poi propagato alla facciata della struttura, che si è trasformata in una sorta di gigantesca torcia, con il palazzo completamente avvolto dalle fiamme e detriti infuocati che cadevano dall'alto. 

Nonostante la potenza del rogo, non si registrano feriti gravi, ma soltanto alcuni intossicati. Lo stesso sindaco Beppe Sala, subito intervenuto sul luogo della tragedia, ha escluso la presenza di vittime. Spetterà alle forze dell'ordine adesso chiarire i motivi che hanno innescato l'incendio e accertare se tutte le misure di sicurezza fossero rispettate. 

Lunedì mattina all'alba i pompieri stavano ancora spegnendo gli ultimi focolai e il loro intervento era alle fasi conclusive dopo infinite ore di lavoro. 

incendio via antonini milano-2

Il fumo visibile a Campsirago

Importante la colonna di fumo venutasi a creare, ben visibile anche a decine di chilometri di distanza: lo testimonia la fotografia diffusa da Efrem Brambilla, sindaco di Santa Maria Hoè, in quel momento a Campsirago, sul Monte di Brianza.

incendio milano grattacielo campsirago-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaventoso incendio nel cuore di Milano: il fumo visibile a 45 chilometri di distanza

LeccoToday è in caricamento