Due giovani fermati e denunciati per l'incendio che ha massacrato i boschi di Sorico

Si tratta di due ragazzi poco più che ventenni che insieme ad amici stavano cucinando su una brace all'aria aperta

Un'istantanea scattata durante il lungo incendio di Sorico

Due ragazzi, poco più che ventenni, sono stati denunciati per il reato di incendio boschivo colposo. L'episodio è quello di Sorico del 30 dicembre 2018. I due facevano parte di un gruppo più ampio di amici che intendeva trascorrere la notte in una baita della zona. Questo è quanto riportato dai colleghi di QuiComo.it in merito all'incendio boschivo che ha massacrato il "verde" sull'Alto Lago.

VIDEO | Immagini impressionanti dall'Alto Lago: l'incendio ha ripreso vigore

Il falò per cucinare ha innescato l'incendio

Stando alle indagini del nucleo investigativo del gruppo forestale dei carabinieri di Como, Gera Lario e Pellio Intelvi, il gruppo si era isolato poco distante dalla baita in cui avrebbero passato la notte di capodanno e avrebbero acceso una brace per cucinare alcuni cibi che avrebbero poi mangiato quella stessa notte.

Incendio a Sorico 1-2

A causa del vento alcune parti di brace sono finite sulla vegetazione secca e hanno innescato l'incendio che si è trasformato in una vera e dannosa emergenza che ha impegnato numerosi soccorritori e uomini dei vigili del fuoco per giorni.

I danni

L'incendio, che a causa del perdurare delle condizioni di vento intenso si è protratto per diverse settimane ed è stato dichiarato estinto soltanto nella giornata del 17 gennaio 2019, ha comportato la distruzione di una superficie di circa 1.000 ettari di bosco di cui 350 ettari di conifere, per lo più pinete di pino silvestre, e 650 ettari di latifoglie (carpino, castagno e faggio). L’intensità delle fiamme ha causato anche il danneggiamento e la distruzione di diversi fabbricati, il ferimento di una persona e la morte di decine di animali (pecore, conigli, ecc) custoditi presso alcune stalle della zona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoratori egiziani devolvono incasso all'ospedale di Lecco: «La vostra sanità funziona e ci ha aiutati»

  • Guida Michelin, il Lecchese si conferma: "Porticciolo" e "Pierino Penati" rimangono stellati

  • Merate: scomparsa Tatiana Malikova, cittadina russa residente in una struttura ricettiva

  • Le migliori scuole della provincia di Lecco: i risultati per ogni indirizzo

  • Statale 36: chiusa la Lecco-Ballabio, traffico in tilt in città

  • Elaborazioni, pneumatici, scarichi: a Lecco è scoppiata la passione per il "tuning"

Torna su
LeccoToday è in caricamento