rotate-mobile
Cronaca Dervio

Investe ciclista e fugge, ma è positivo al Covid-19: vigili in quarantena

È accaduto a Dervio: gli agenti si erano recati a casa dell'uomo e della moglie dopo le indagini sul sinistro. Il sindaco Cassinelli: «Dalle verifiche di Ats non ci sono elementi per temere ulteriori contagi nel paese»

Fa discutere e preoccupa a Dervio un fatto di cronaca avvenuto lo scorso giovedì 7 maggio. Tutto è partito da un incidente sulla SP72, con un'auto che ha investito una ciclista senza fermarsi a prestare soccorso (la donna ha riportato ferite guaribili in quindici giorni).

Gli agenti della Polizia Locale Associata Alto Lario hanno subito avviato le indagini del caso, risalendo all'identità dell'automobilista protagonista del sinistro e della fuga. Si sono così recati a casa dell'uomo, un 60enne, residente con la moglie, per compilare il verbale e prospettare una denuncia per lesioni, fuga e omissione di soccorso all’uomo e per favoreggiamento alla moglie, oltre al ritiro della patente all'uomo.

Dai successivi accertamenti, è emerso che la coppia era in isolamento domiciliare per positività al Covid-19. Una scoperta che ha portato all'immediata sospensione dal servizio dei tre vigili, sottoposti a quarantena, e con ogni probabilità causerà altri seri guai giudiziari alla coppia derviese.

«Rassicurazioni su assenza di altri spostamenti»

Il sindaco Stefano Cassinelli nella serata di domenica ha emesso una comunicazione per fare chiarezza sull'incidente. «Ben comprendendo la preoccupazione dei cittadini per quanto accaduto, ho parlato con le persone in questione e il loro legale per comprendere ogni aspetto dell'accaduto e per sincerarmi dei possibili contatti con altri - sono le parole del primo cittadino - Ho ricevuto assicurazioni, logicamente non ho la controprova delle veridicità ma il legale si è speso in questa direzione, che la persona ancora positiva ha effettuato alcuni spostamenti in auto solo per accompagnare il congiunto in ambienti ospedalieri e non è mai scesa dal veicolo non venendo quindi in contatto con altre persone».

Anche a Dervio gli agenti di Polizia locale saranno armati

«Quanto avvenuto mi rammarica molto anche perché queste persone, come quasi tutte quelle colpite da Covid, sono state contattate da me personalmente per spiegare a quali regole dovevano sottostare e per offrire aiuto del Comune per ogni necessità - prosegue Cassinelli - Nonostante tutto è avvenuto questo brutto episodio che ha messo a rischio soprattutto gli agenti della Polizia locale. I signori in questione dovranno affrontare le conseguenze legali di quanto fatto e rischiano pene molto severe. Non posso, nel rispetto delle leggi sulla privacy, diffondere i nomi ma dalle verifiche fatte da Ats, Polizia locale e personali ritengono che non vi siano elementi per temere ulteriori contatti nel paese o in altri paesi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Investe ciclista e fugge, ma è positivo al Covid-19: vigili in quarantena

LeccoToday è in caricamento