Incidente dopo il Motoraduno: Sandrine e Dario si sono incontrati, la storia ha il suo lieto fine

Il giovane di Parma fu il primo a soccorrere la donna dopo il brutto sinistro stradale avvenuto mentre erano di rientro dal Motoraduno Internazionale di Mandello del Lario

Sandrine, a destra, con il marito Daniele, Dario e la compagna

E' una storia a lieto fine quella che ha visto il convolgimento di Sandrine Poli e Daniele Tomello, che vi abbiamo raccontato in questi mesi e che ha avuto il suo "sfogo" nell'incontro avvenuto nel corso del recente fine settimana. Ricorderete della donna sbalzata dalla sua moto mentre stava tornando nella sua Biella, in compagnia del marito, dall'ultimo Motoraduno Internazionale di Mandello del Lario: il primo a soccorrerla fu un "angelo guzzista" rimasto ignoto fino a tempi recenti, quando Dario, questo il nome del parmigiano, ha intercettato il post diffuso su Facebook da Sandrine e ripreso dalle testate giornalistiche lecchesi.

A settembre l'incidente di ritorno dal Motoraduno

In giorni recenti Sandrine e Daniele hanno ospitato tra le mura della loro abitazione piemontese Dario e la sua compagna, donandogli anche una targa in segno di riconoscimento per quanto fatto durante quei concitati attimi del 7 settembre 2019: «Eccoci qui riuniti. Abbiamo passato un weekend splendido insieme - ci ha scritto Sandrine -. Emozionante il nostro incontro. Queste sono le cose belle della vita, da una disgrazia, nasce un amicizia unica. Nulla è per caso...».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul Legnone: scomparso stimato professore di Chimica dell'Università Bicocca

  • Autovelox mobili sulla Statale 36: ecco quando sono in programma i controlli

  • Doppio furto all'interno del centro commerciale: fermato giovane pregiudicato

  • Il "parcheggio creativo" immortalato dal Consigliere comunale: «Non si fa»

  • Precipita sul Corno Medale per venti metri, arrampicatore in ospedale

  • Indossa i pantaloni e cerca di uscire dal negozio, arrestato 19enne

Torna su
LeccoToday è in caricamento