rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Cronaca

Sub lecchese travolto e ucciso da un motoscafo in Sardegna

Cinquantenne muore dopo l'impatto con un motoscafo di fronte all'Isola Rossa: l'investitore, fermatosi subito a prestare soccorsi, è ora indagato per omicidio colposo

Tragico incidente giovedì pomeriggio in Sardegna. Un uomo di 50 anni, originario del Lecchese ma residente a Milano, è morto a seguito delle gravissime lesioni riportate dopo essere stato investito da un motoscafo durante un'immersione.

Nell'incidente, l'elica dell'imbarcazione gli avrebbe tranciato una gamba. E nonostante l'immediato soccorso dell'investitore, per lui non c'è stato niente da fare. Teatro del dramma è stato il mare di fronte all'Isola Rossa, nel Sassarese, dove la vittima, Andrea Sabbadini, di Cremeno, si trovava in vacanza insieme alla famiglia. A travolgerlo, stando alle prime ricostruzioni dell'accaduto, sarebbe stato un 71enne di Milano - anche lui in Sardegna per le ferie -, alla guida di una barca a noleggio di circa 7 metri.

Fuori strada con l'auto, muore 45enne a Santa Maria Hoè

Nell'impatto con l'elica il sub ha perso una gamba ed è morto dissanguato. Inutile i tentativi di soccorso dello stesso 71enne, che lo ha caricato a bordo e lo ha portato d'urgenza al porto, dove però l'uomo è arrivato già privo di vita. Dopo le prime indagini dei Carabinieri della Compagnia di Valledoria e della Capitaneria di porto, il 71enne è stato iscritto nel registro degli indagi dal pm della Procura di Tempio Pausania, Nadia La Femina, con l'ipotesi di reato di omicidio colposo.

La notizia su Milano Today

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sub lecchese travolto e ucciso da un motoscafo in Sardegna

LeccoToday è in caricamento