Venerdì, 19 Luglio 2024
Incidente / Brianza

Guida da ubriaco e rischia di fare una strage alla Monza-Resegone

L'uomo è stato fermato dai carabinieri, ma si è rischiato decisamente grosso

Tragedia sfiorata all'amata Monza-Resegone. L'edizione 2024, andata in scena nella serata di sabato 22 giugno, ha rischiato di terminare nel peggior modo possibile. Poco dopo la mezzanotte, infatti, è avvenuto un assurdo incidente: una donna di 41 anni, che faceva la volontaria per la gara podistica, è stata investita sulla Provinciale 342, nel territorio comunale di Cernusco Lombardone. Il semaforo era disattivato ma l'incrocio era controllato dai volontari proprio in virtù della gara in corso che parte dall'Arengario di Monza e arriva fino al Monte Resegone. Lo riferisce MonzaToday.it.

La volontaria, come gli altri, indossava regolarmente la pettorina catarifrangente e la strada era ben illuminata, ma l'uomo a bordo dell'Audi A3 l'ha travolta per poi scappare. Dopo 200 metri dal primo incidente ha investito anche un ciclista di 53 anni. Di nuovo l'uomo di Torre de' Busi è ripartito senza fermarsi ma poco dopo è stato fermato dai carabinieri di Merate. Era talmente ubriaco, raccontano alcuni testimoni, che non riusciva a tenere neanche gli occhi aperti. La patente gli è stata revocata ed è stato denunciato a piede libero con le accuse di per fuga, guida in stato di ebbrezza e omissione di soccorso,

I soccorsi alla Monza-Resegone

La donna è stata trasportata dall'elisoccorso decollato da Como Villa Guardia all'ospedale di Varese. Nella caduta ha battuto violentemente la testa ma non sarebbe in pericolo di vita. Meno grave il ciclista che è stato portato con l'ambulanza al Manzoni di Lecco. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guida da ubriaco e rischia di fare una strage alla Monza-Resegone
LeccoToday è in caricamento