Incidenti stradali

Vendrogno, donna in auto precipita in una scarpata e racconta di essere stata sequestrata

La donna, avvocato quarantenne di Milano, ha raccontato ai soccorritori che un uomo l'avrebbe sequestrata la mattina del 13 ottobre e poi costretta a lanciarsi nel burrone con l'auto

È stata recuperata dai Vigili del fuoco di Bellano, nella serata di ieri 13 ottobre, una 40enne milanese precipitata in una scarpata lungo la strada che collega Vendrogno a Taceno.


La donna, dopo essere stata salvata, ha raccontato di essere un avvocato del capoluogo e che, nella mattinata di ieri, un uomo l'avrebbe sequestrata e, minacciandola, l'avrebbe costretta dapprima a spostarsi nella bergamasca, poi verso la Valsassina e, infine, l'avrebbe obbligata a uscire di strada e buttarsi volontariamente nella scarpata della località Comisara dove, in seguito, è stata soccorsa e recuperata.


Del presunto aguzzino, però, non è stata ancora trovata traccia: sull'episodio indagano i Carabinieri e la Polizia stradale, mentre la donna è stata trasportata all'ospedale Manzoni per accertamenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendrogno, donna in auto precipita in una scarpata e racconta di essere stata sequestrata

LeccoToday è in caricamento