Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

«Troppi ciclisti fanno le corse in strada, ma chi è al volante non ci rispetta»

Ennesimo incidente coinvolge un uomo in bicicletta. Il presidente della Fci Lecco Bonacina: «Serve maggiore attenzione da parte di tutti. Pronti a studiare campagne per la sicurezza»

Ennesimo incidente coinvolge un ciclista sulle nostre strade. È accaduto questa mattina, intorno alle 8.30, a Ballabio, lungo la Strada Provinciale 95. A riportare traumi e ferite giudicati in codice giallo dai sanitari della Croce rossa di Lecco è un uomo di 60 anni.

Si tratta dell'ultimo caso di una serie di incidenti che in questo inizio di 2018 sta vivendo una forte e preoccupante escalation. I sinistri sono numerosi, dall'inizio della primavera praticamente uno al giorno.

Settimana di fuoco nel territorio

Soltanto questa settimana ne sono avvenuti diversi: martedì un ciclista "toccato" tra Pradello e Abbadia; mercoledì due casi, a Olginate e a Castello, dove un gruppo di biciclette ha travolto un pedone. Senza considerare le numerose cadute dalla bici, che contribuiscono a complicare il discorso della sicurezza.

Anche il presidente della Fci (Federazione ciclistica italiana) Lecco, Sandro Bonacina, coglie con preoccupazione questo sensibile incremento nel numero di incidenti. «Tempo fa avevamo organizzato degli incontri per la sicurezza in strada - spiega - ma a mio avviso andrebbero allestiti massimo entro febbraio, prima dell'inizio della stagione in cui cittadini e cicloamatori utilizzano quotidianamente la bici. A questo punto però dobbiamo pensare di mettere in campo, anche per l'anno prossimo, qualche necessaria campagna di sensibilizzazione».

Autocritica e condanna

Il problema è, molto spesso, la scarsa disciplina di alcuni ciclisti, cui si contrappone l'altrettanta disattenzione di automobilisti e motociclisti. «A volte siamo noi ciclisti a non rispettare il codice della strada, in troppi fanno le "corse" sulla strada e non pongono la giusta attenzione alle situazioni - ammonisce, con lodevole autocritica, Bonacina - Dall'altra parte, troppo spesso, chi è al volante non ha molto rispetto delle biciclette sulla strada. È necessario che tutti usino una maggiore accortezza in quello che si fa quando si guida un mezzo, qualsiasi esso sia, se si vogliono evitare situazioni di pericolo o, peggio, tutti questi incidenti».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Troppi ciclisti fanno le corse in strada, ma chi è al volante non ci rispetta»

LeccoToday è in caricamento