menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Riccardo Cassin sulla Grigna nel 1946

Riccardo Cassin sulla Grigna nel 1946

Al "Caffè letterario" dell'ospedale Manzoni un incontro per ricordare Riccardo Cassin

Il figlio Guido ripercorrerà le tappe più importanti della carriera di un alpinista che ha fatto la storia

Un incontro per ricordare Riccardo Cassin e le sue imprese che hanno fatto la storia dell’alpinismo: è questa l’iniziativa dell’associazione BiblioHospitalis, in programma per domenica 19 luglio.

La conferenza si svolgerà nella hall dell’ospedale Manzoni di Lecco e vedrà il figlio dell’alpinista, Guido, ripercorrere le tappe più importanti della carriera di Cassin, scomparso a 100 anni nel 2009: sono infatti moltissime le sue imprese citate negli annali dell’alpinismo, come dimostrano le ben 13 vie a lui intitolate sulle Alpi italiane. 

Fra le più importanti, la salita del 1938 sul massiccio del Monte Bianco, con la scalata della parete nord del Grandes Jorasses, ma anche quella del 1987 al Pizzo Badile, compiuta all’età di 87 anni, e imprese internazionali come le ricognizioni sul gruppo montuoso del Karakorum in Asia nel 1953 e nel 1958: la prima precedette la spedizione italiana sul K2 del 1954, mentre la seconda portò alla spedizione che vide Walter Bonatti e il lecchese Carlo Mauri conquistare, per la prima volta, la vetta del  Gasherbrum IV.

L’appuntamento, per gli appassionati ma anche per chi vorrebbe saperne di più su una delle figure più importanti dell’alpinismo italiano, è per domenica 19 luglio alle ore 17 nella hall dell’ospedale di Lecco.

Sempre domenica 19 luglio, i degenti della Cardiologia riabilitativa e i loro familiari potranno assistere agli spettacoli del ciclo “Un palco in corsia”: come di consueto, per loro gli attori della Compagnia del lago metteranno in scena monologhi e brevi rappresentazioni teatrali a partire dalle 15:30.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento