rotate-mobile
I soccorsi

Domenica nera per la montagna lecchese: due morti in poche ore, ma non solo

Due persone hanno perso la vita ai Corni di Canzo nel giro di un'ora. Nel pomeriggio altri due interventi

Giornata nera per la montagna lecchese. Due persone sono morte tra i Corni di Canzo e Introbio nel giro di poche ore ed è stato incessante il viavai di elicotteri sopra i centri abitati dalla tarda mattinata sino a pomeriggio inoltrato. Intorno alle 11.30 i tecnici della Stazione del Triangolo Lariano, XIX Delegazione del Soccorso alpino lombardo, sono intervenuti nella zona del Corno Occidentale (Corni di Canzo) per soccorrere Samuele Papini, 58enne di Cormano, agente della Polizia locale di Milano caduto in un dirupo mentre stava camminando lungo il sentiero con alcuni colleghi e precipitato per una ventina di metri: sulla zona è stato fatto volare l'elisoccorso decollato da Villa Guardia (Como), che che ha recuperato il corpo senza vita dell'escursionista. Un tecnico del Cnsas era già sul posto, altri tre sono stati imbarcati dall'elicottero e portati in quota.

samuele papini-2
Samuele Papini

Con lui vi era anche una donna di 56 anni, colpita da un malore in seguito alla tragedia e a sua volta accompagnata a valle al pari di un terzo escursionista, infortunatosi a un ginocchio nel tentativo di capire cosa fosse accaduto nella medesima zona da lui battuta. La persona è stata soccorsa e due dei tecnici già operativi nell'intervento precedente hanno raggiunto a piedi il luogo dell'intervento; infine, la persona è stata portata in ospedale con l’elicottero.

La seconda vittima

Circa un'ora dopo, intorno alle 13, una nuova allerta. Nel comune di Canzo, a circa mille metri di quota, un uomo ha accusato un malore mentre era in località Colma di Val Ravella. La centrale operativa, anche in questo caso, ha inviato il Soccorso alpino. La squadra, già impegnata nel primo intervento, è arrivata a supporto dell’elisoccorso decollato da Sondrio. L'uomo, Massimiliano Agistri, 63enne residente a Canegrate (Milano) e grande appassionato di fotografia, è morto prima di riuscire ad arrivare al Pronto soccorso dell'ospedale "Manzoni" di Lecco.

soccorso alpino val ravella 27 marzo 20221 elicottero-2

Altri due interventi

La giornata nera è proseguita con il terzo allarme, suonato nella zona di Colle Brianza - Valgreghentino, dove un escursionista è stato soccorso per un problema a una caviglia. Sul posto le squadre del Centro operativo del Bione, otto i tecnici impegnati.

Infine, poco prima delle 18, l'elisoccorso di Villa Guardia è stato inviato sul Sentiero dei Morti che porta al Rifugio Rosalba, in Grignetta, per porre rimedio all'infortunio occorso a una donna di 27 anni, trasportata in via aerea presso l'ospedale "Moriggia Pelascini" di Gravedona. Qui è stata ricoverata in codice verde per le cure del caso.

soccorso alpino valgreghentino 27 marzo 2022-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domenica nera per la montagna lecchese: due morti in poche ore, ma non solo

LeccoToday è in caricamento