Cronaca Via Vittorio Emanuele, 2

Introbio è senza acqua potabile

Con un'ordinanza firmata dal sindaco Airoldi l'Amministrazione ha comunicato il «Divieto di utilizzo dell'acqua per uso potabile»

Il comune valsassinese è da martedì 23 settembre senza acqua potabile. Infatti un’ordinanza firmata dal sindaco Adriano Airoldi a titolo «Divieto di utilizzo dell’acqua per uso potabile» dispone il divieto per l'uso potabile dell'acqua che sgorga dalle tubature dell'acquedotto perchè «tale acqua non può essere utilizzata come bevanda»

I prelievi effettuati lunedì dall'acquedotto in via Fucinetta da parte dell’Asl di Lecco, comunicati via fax il giorno successivo, certificano l'acqua «non conforme agli standard di qualità» fissati dalle normative in materia di inquinanti di tipo batteriologico.

Il primo cittadino è stato costretto a emanare l'ordinanza e a vietare l'uso potabile - fino a nuovo ordine - dell’acqua che alimenta dalle case di introbiesi. Rimane comunque possibile utilizzarla per l'igiene domestica e personale senza però ingerirla.

I tecnici del comune sono al lavoro per identificare l'origine dell'inquinamento così da renderla di nuovo disponibile per l'uso potabile. Sono previste anche ulteriori analisi da parte dell’Asl, che potranno far capire se la situazione sarà nel frattempo migliorata.

Non si tratta comunque del primo caso di inquinamento nel centro vallligiano:  i primi cittadini di Introbio, nel corso degli anni, hanno già firmato alcune ordinanze simili.

Questa sera è convocato il consiglio comunale e certamente questa situazione sarà fonte di dibattito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Introbio è senza acqua potabile

LeccoToday è in caricamento