menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ivano Perego ai domiciliari dopo quattro anni

Decaduta l'imputazione per associazione a delinquere di stampo mafioso, l'imprenditore è tornato nella sua abitazione di Cassago Brianza

Accolta la richiesta di trasferimento ai domiciliari per Ivano Perego, coinvolto nel processo "Infinito"e in carcere dal 2010. Dopo che il 28 giugno la sentenza della Corte d'Appello di Milano ha riqualificato il capo d'imputazione, facendo decadere l'accusa di associazione a delinquere di tipo mafioso, il legale dell'imprenditore aveva fatto richiesta immediata per la scarcerazione, che è stata accolta.


L'avvocato Elia, quindi, si è recato al carcere di Voghera, dove Perego era stato trasferito da qualche mese, per riportarlo a Cassago Brianza. Resta comunque la condanna a 10 anni e 11 mesi per concorso esterno in associazione mafiosa, della quale Perego ha già scontato 4 anni in carcere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento