menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La killer dei gatti si proclama innocente. Enpa: «Accuse più che fondate»

La 41enne accusata di avere picchiato e congelato tre cuccioli nega ogni addebito. L'associazione: «Conferme dalle indagini della Procura e dall'ordinanza del Comune»

«Non ho ucciso io quei gatti». A.T., la 41enne denunciata da Enpa perché avrebbe ammazzato tre gattini picchiandoli e poi chiudendioli nel freezer, si difende e si proclama innocente. La sua tesi? I cuccioli sarebbero morti per cause naturali, poiché già ammalati o problematici. 

La replica di Enpa, tuttavia, parrebbe confermare la solidità del quadro giudiziario a carico della donna, milanese di nascita ma residente a Lecco.

Accusata di avere ucciso e congelato tre gatti

Enpa ha risposto alla tesi difensiva della donna, sottolineando la fondatezza della denuncia. Dal Comune di Lecco è stata anche emanata un'ordinanza restrittiva che vieta all'indagata la detenzione di animali.

«Abbiamo denunciato la signora dopo aver raccolto una gran mole di testimonianze, anche scritte, e altro materiale a suo carico. Tra cui, è doveroso precisarlo, i referti dei veterinari che hanno avuto modo di visitare gli animali, prima e dopo il loro decesso», si legge in una nota dell'ente, che evidenzia anche come vi siano diverse conferme alla denuncia presentata: l'apertura delle indagini da parte della Procura, i sequestri preventivi di quattro gattini che sarebbero stati salvati in extremis e, infine, l'ordinanza del Comune.

La notizia su Milano Today

«Sarà il giudice, in un auspicato processo in cui saremo parte civile, a pronunciarsi con un provvedimento finale - prosegue l'Enpa - Tuttavia, sostenere che al momento non ci sia alcun riscontro da parte delle indagini è affermazione non corretta. Non crediamo nei processi sommari, tanto meno in quelli a uso e abuso di social network, ma in questa vicenda ci sono possibili elementi di pericolosità sociale di cui è doveroso tenere conto per tutelare l'incolumità degli animali ed evitare il compimento o la reiterazione di reati», ha concluso Enpa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento