Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

La Kolbe di Rancio presenta alla città il suo progetto per Expo

Si chiama "Io sono un capolavoro" ed è stato riconosciuto da un'apposita commissione dell'Esposizione universale

Martedì 5 maggio la sala consiliare del Comune di Lecco ha visto protagonisti cento alunni della scuola media “Massimiliano Kolbe” di Rancio. Alla presenza del sindaco Virginio Brivio e dell’assessore all’Istruzione Francesca Bonacina, i giovani studenti hanno preso il posto dei consiglieri presentando il loro progetto “Io sono un capolavoro” riconosciuto ufficialmente dalla Commissione Scuola Expo.

Un esempio di creatività e innovazione didattica per introdurre gli studenti ai temi dell’Esposizione universale di Milano in modo coinvolgente: attraverso un vero e proprio laboratorio pratico di cucina, testi di letteratura, esperimenti scientifici e laboratori di arte fino a performance teatrali che hanno fatto vivere i personaggi di celebri capolavori artistici, i ragazzi hanno sperimentato la complessità e la ricchezza di questi temi da cui si sono lasciati provocare in modo del tutto personale.

“Il valore aggiunto del progetto è sicuramente anche l’attenzione ai bisogni del territorio: a partire dai temi studiati in classe è nata infatti una profonda attenzione verso non solo i bisogni del mondo ma anche verso quelli del nostro territorio: sono sorte numerosissime iniziative per raccogliere fondi a sostegno dei profughi dell’Iraq, ma anche per i bisognosi della città di Lecco. Una vera e propria gara per aiutare il prossimo, dove i ragazzi hanno sperimentato la bellezza di stare insieme e fare del bene nello stesso tempo” racconta la preside Bianca Brambilla.

Il gran finale di questo intenso e ricco programma di iniziative targate Expo si terrà sabato 6 giugno dalle 16 alle 18 in piazza Garibaldi con una grande sorpresa preparata dai ragazzi per tutta la città.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Kolbe di Rancio presenta alla città il suo progetto per Expo

LeccoToday è in caricamento