menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La chiesa del Beato Serafino

La chiesa del Beato Serafino

L'Arcivescono di Milano Angelo Scola inaugura la Canonica del Beato Serafino

L'Arcivescovo di Milano Angelo Scola, domenica 18 maggio alle 17, inaugurerà nel rione di Chiuso la ristrutturazone della canonica del Beato Serafino Morazzone, l'antico parroco del quartiere proclamato Beato lo scorso 26 giugno 2011.

Nei lavori di  restauro della canonica l' importante scoperta di affreschi che erano nascosti dall'intonaco bianco. La sorpresa  jei lavori  è stato l’affresco del Radice (anno 1867) , che ritrae il cardinale Federigo abbracciato all’Innominato.

Nella canonica, nei pressi della parrocchiale di Chiuso dove il Beato Serafino abitò sino alla morte avvenuta  nell'aprile del 1822. Alessandro Manzoni aveva scelto di ambientare la conversione dell'Innominato nell'incontro con il Cardinale Federigo.

In quelle stanze per più di 40 anni, aveva trovato dimora don Morazzone, quel "curato" tanto amato dai suoi parrocchiani. La  ristrutturazione della canonica si è potuta realizzare anche grazie ai contributi finanziari da parte della Fondazione Cariplo e dell'ex senatore Lorenzo Bodega (Legge Mancia: erogazione di finanziamenti pubblici a favore di interventi territoriali) di 150 mila euro ciascuno.

Al di là dell'importante recupero architettonico, la canonica è un'opera di grande valore culturale e turistico. "La canonica potrà diventare - sottolinea Gianluigi Daccò fresco della nomina di presidente dell'Associazione Amici del Beato Serafino  - luogo di riferimento degli itinerari manzoniani e uno spazio simbolico anche per i fedeli che arrivano e arriveranno sulle orme di don Serafino.

Foto: Panoramio

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento