menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La vita intensa di Callone diventa un film

Presentato a Mandello il progetto "Cento milioni di bracciate": regia di Donatella Cervi, nel cast Gianmarco Tavani

Un cast d'eccezione per riprodurre sul grande schermo una vita intensa, fatta di vittorie, sacrificio e dolore.

Si intitola "Cento milioni di bracciate" il film biografico su Leo Callone, che verrà prodotto da Mediacreative con Donatella Cervi alla regia. Non un semplice documentario, ma un vero e proprio film con tanto di sceneggiatura presa in prestito dal libro biografico "Bracciate per la vita" scritto dal giornalista lecchese Stefano Cassinelli.

Il film ripercorrerà le tappe salienti della vita di Callone, dall'infanzia a Mandello alle prime imprese natatorie sul lago, quindi le traversate in giro per il mondo, la tragica scomparsa del figlio Nicola, la solidarietà in sud America, la malattia sconfitta a più riprese.

Il cast d'eccezione è stato presentato venerdì sera al Centro sportivo di Prà Magno a Mandello (a fare gli onori il sindaco Riccardo Fasoli), dove scatteranno le prime riprese, che in tutto dureranno tre settimane e toccheranno anche Dervio e località di mare.

A interpretare il Callone adulto è Gian Marco Tavani, mentre Paola Onofri sarà la moglie Angela; William Angiuli vestirà i panni di padre Balbiani. Per l'occasione, la colonna sonora è stata composta da Linda Spandri e Roberto Zimmermann, autori di un vero e proprio concept album.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«È la degna conclusione della mia carriera, fatta di sacrifici e fatica, anche se quando ti diverti non la senti - ha spiegato Callone - Sono molto gratificato da questo film, soltanto a Mennea, fra gli sportivi italiani, è toccato finora questo onore. Ho avuto una carriera ricca di vittorie e record, alla quale è mancata forse l'Olimpiade visto che ai tempi il fondo non era ammesso, ma anche tanti momenti da ricordare grazie all'incontro con padre Mario Balbiani: siamo riusciti a realizzare tante opere per i bambini del Guatemala e poi in Perù».

«Un onore per me interpretare Leo - le parole di Gianmarco Tavani - Mi piace recitare ruoli di persone comuni che hanno avuto una vita intensa, fatta anche di momenti difficili come è accaduto a lui. Io e Paola passeremo molto tempo insieme a Leo e Angela, per cercare di capire com'erano da giovani, e aggiungere, se possibile, qualcosa di personale».

Grande emozione anche per Paola Onofri, volto celebre del cinema e della tv. «Mi presto a questo ruolo in punta di piedi - ha dichiarato - È veramente una storia commovente, Leo e Angela sono due persone di una bontà e generosità d'animo infinita».

Le riprese di "Cento milioni di bracciate" scatteranno il 13 settembre, mentre la "prima" del film è attesa in novembre al Milano Film Festival.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento