menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I due 21enni hanno aggredito la loro vittima perché presunto affiliato a una banda rivale

I due 21enni hanno aggredito la loro vittima perché presunto affiliato a una banda rivale

Gang di latinos a Milano, un arresto anche nel Lecchese

Un salvadoregno di ventun anni è finito in manette per tentato omicidio. Il sospetto è che sia membro della violenta gang dei "Barrio 18"

È stato arrestato in provincia di Lecco Edwin Enrique Alvarado, 21enne coinvolto in un accoltellamento fra bande di giovani latinos a Milano.

I fatti risalgono allo scorso 25 luglio: una comitiva di ragazzi salvadoregni è riunita al Parco delle cave, nel quartiere Baggio del capoluogo lombardo, quando un 26enne, detto "Gato", nota un atteggiamento ostile da parte di Alvarado e di Hector Armando Alvarado Ortega, anche lui 21enne: quando si apparta con loro per chiedere spiegazioni, il 26enne viene aggredito e accoltellato all'addome, e picchiato a calci e pugni.

Nonostante l'intervento degli altri ragazzi presenti, i due giovani latinos sono riusciti a fuggire: uno dei due, però, nella concitazione perde il cellulare, elemento che, insieme ai racconti dei testimoni, ha permesso ai carabinieri guidati dal tenente colonnello Michele Mulli di rintracciare i due giovani. Edwin Enrique Alvarado è stato trovato e arrestato nel Lecchese, mentre il compagno è finito in manette mentre si trovava nell'appartamento della fidanzata, nel quartiere milanese di Affori. Per entrambi l'accusa è di tentato omicidio.

Secondo gli inquirenti entrambi fanno parte della gang di strada "Barrio 18", sgominata dagli arresti dei carabinieri a fine settembre. La loro vittima, invece, sarebbe un membro della gang rivale, "MS 13" o "Mara Salvatrucha": i due lo avrebbero riconosciuto e per questo accoltellato. Il 26enne, che smentisce qualsiasi affiliazione, dopo l'aggressione ha subìto un intervento di riduzione dell'intestino in ospedale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento